Milan, senti Darmian: la nostalgia di casa inizia a farsi sentire

Maldini Leonardo
© foto Screen da youtube

Matteo Darmian dall’Inghilterra manda segnali inequivocabili più al Milan che all’Inter, quest’ultima molta attenta ai suoi movimenti

88 presenze ed un goal a Manchester, Matteo Darmian inizia a sentire la voglia ed il desiderio di tornare in Italia, l’Inter lo insegue da tempo e prepara il tutto per giugno ma il terzino è al Milan che manda i segnali più eloquenti attraverso un’intervista molto interessante rilasciata a La Gazzetta dello Sport, in vista della sfida tra Milan e Torino, le sue due ex squadre. Con il Toro, il giocatore vanta addirittura 151 presenze e 6 goal ed è la squadra dove ha giocato maggiormente fino ad ora: «Il Milan è stato la mia scuola di vita. Entro bambino, me ne vado a 19 anni: mi ha insegnato tutto. Dispiacere? No ringrazierò sempre la società. Rimpianti non ce ne sono: ero molto giovane, volevo giocare, feci le mie scelte e il club le sue».

SU GATTUSO: «Gattuso sta dimostrando di avere delle belle idee, Elliott invece sta facendo ottime cose. Stanno ricostruendo nella maniera giusta. Vogliono riportare il Milan dov’è giusto che sia. Ci riusciranno».

SUL TORINO E L’ITALIA- «Mi ha dato tanto, non scorderò mai la notte contro il Bilbao, sarà una partita tosta. Tornare in nazionale è un mio obiettivo. Se mi manca l’Italia? Eh…devo dire di sì. So di essere in uno dei migliori club al mondo e ne sono orgoglioso, però ora l’Italia mi manca. Amo il mio Paese».