Connettiti con noi

Editoriali

Milan, quante idee per la difesa: chi sarà il Tomori bis?

Pubblicato

su

Il Milan è pronto ad intervenire a gennaio per rinforzare la difesa dopo l’infortunio di Kjaer: la società cerca un Tomori bis

Il Milan è concentrato sulle ultime due sfide del 2021, quella di domenica col Napoli e quella di mercoledì prossimo contro l’Empoli, ma la società è già al lavoro per operare al meglio nella prossima sessione invernale di calciomercato. L’idea di Maldini e Massara inizialmente era quella di non intervenire in nessun reparto ma l’infortunio di Simon Kjaer, costretto a restare fuori per 6 mesi, costringe l’area tecnica rossonera a reperire un difensore di livello.

In questo senso la strategia a Casa Milan appare delineata. Se in prima battuta c’era l’ipotesi di fiondarsi sul mercato dei cosiddetti esuberi buoni per tutte le stagioni e quindi anche per la seconda parte dell’attuale stagione sportiva, oggi la voglia e la convinzione della dirigenza è quella di replicare l’operazione Tomori del gennaio 2021, un calciatore dunque spendibile da subito ma anche proiettato a diventare una colonna del futuro.

Ma chi sarà il Tomori bis? Il preferito di Maldini resta Botman del Lille, club col quale i rossoneri vantano ottimi rapporti dopo gli affari Leao e Maignan. La valutazione dei francesi è alta (circa 25 milioni di euro) ma la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto tanto cara al club potrebbe tornare di moda e permettere la felice conclusione dell’affare. L’alternativa a questo scenario è legata a Bremer, difensore del Torino in scadenza di contratto nel 2023 e autentico pallino del DS rossonero Massara. Qui la valutazione è più bassa (si parla di 15-18 milioni) e l’inserimento diretto o indiretto della carta Pobega potrebbe facilitare le cose. Quindici giorni prima dell’inizio della sessione invernale: Maldini e Massara contano i giorni che li separano dal “nuovo” Tomori.