Milan, parla l’agente di Montolivo: «Decisione di Gattuso oltre ogni logica»

montolivo instagram milan shkendija
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo l’ennesima esclusione ingiustificata il vaso è traboccato: l’agente di Montolivo non si trattiene e tuona contro Gattuso

Un’esclusione, quella di Riccardo Montolivo, che ha sempre lasciato perplessi molti addetti ai lavori e non durante il corso di questa prima metà di stagione. Questo weekend però siamo giunti ad un vero e proprio culmine. Mister Gattuso infatti, nonostante le assenze per squalifica di Bakayoko e Kessie, oltre all’infortunio di Bertolacci, ha deciso di non puntare sull’ex capitano rossonero favorendo addirittura l’impiego di Calabria nel ruolo di mezzala. L’agente del giocatore, Giovanni Branchini, è su tutte le furie. Ecco le sue parole a Deejay Football:

«La decisione dell’allenatore di non prenderlo in considerazione va rispettata anche se ha oltrepassato i limiti della logica. Non voglio parlare di scorrettezza o mobbing, ma è difficile pensare che Montolivo sia diventato il ventisettesimo calciatore per qualità e affidabilità del Milan»

CONTRO GATTUSO –  «Le altre società eventualmente interessate a Montolivo penseranno che ha una grave malattia contagiosa. È dal 13 maggio che non gioca una partita e nemmeno una partitella in allenamento»

GENOA? – «Non lo so, so solo che Montolivo non ha mai rifiutato alcun trasferimento. Non ho motivo di non credere all’allenatore che pubblicamente parla di scelta tecnica. Poi ieri si è lasciato scappare una frase sui comportamenti nello spogliatoio. Spero sia stato un refuso, altrimenti sarebbe grave».