Milan, marzo mese verità: il futuro di Gattuso e Mirabelli legato a doppio filo

Gattuso
© foto www.imagephotoagency.it

Si appresta a cominciare un mese verità per il Milan, Gennaro Gattuso e tutta la squadra, dirigenza compresa: dalla Champions al futuro, si decide la stagione

Cresce l’attesa in casa Milan per la sfida di questa sera dell’Olimpico, la seconda di una lunga serie di scontri diretti nel giro di poco più di un mese in quanto il club rossonero affronterà Lazio, Inter, Arsenal (due volte), Juventus e Napoli. Uno degli argomenti caldi in casa rossonera è rappresentato dal futuro di Gennaro Gattuso. Prima di Milan-Ludogorets, partita che autorizzava domande su ciò che non era strettamente legato alla partita, Mirabelli era stato chiaro: «Non riesco a immaginare un Milan senza Gattuso, speriamo di tenercelo stretto tanti anni». Il Milan aveva di fatto ipotecato la qualificazione agli ottavi di Europa League ma doveva ancora affrontare la Roma: il d.s. già procedeva a velocità sostenuta. Lunedì scorso, qualche ora dopo il successo sui giallorossi, Fassone viaggiava un po’ più piano: «Dobbiamo toglierci il cappello davanti al lavoro di Gattuso. Il rinnovo? Alla fine sono i risultati a determinare tutto».

FUTURO IN COPPIA?Fassone, come riporta la Gazzetta dello Sport, va con i piedi di piombo mentre Mirabelli vorrebbe invece accelerare, anche perché marzo, solitamente, è il mese in cui si gettano le basi per un progetto da costruire in estate, compito anche e soprattutto dei direttori sportivi. Gattuso, intanto, commenta in modo perpetuo che la priorità, per lui, è il Milan. La priorità, non l’unica pista percorribile: davanti a Rino si è aperta una strada straniera alternativa. Gattuso fu scelto da Mirabelli e al dirigente calabrese ne va dato atto, anche perché altri profili sulla piazza (Ancelotti, sebbene difficile, e Tuchel) avevano maggiore caratura internazionale rispetto a Rino. Tra qualche settimana però, potrebbe anche arrivare il rinnovo: se così non fosse e le strade dovessero dividersi – ipotesi oggi secondaria – Gattuso viaggerà in coppia: con lui, seduto di fianco, ci sarà sempre Mirabelli.

Articolo precedente
Stampa RassegnaRassegna stampa del 28 febbraio 2018
Prossimo articolo
Totti, la sconfitta brucia ancora: «Milan-Inter? Tifo i nerazzurri» – VIDEO