Milan, Conti impazzisce al goal di Kessie: un abbraccio che vale più di una vittoria

Kessie
© foto www.imagephotoagency.it

Bellissima l’immagine dell’esultanza al goal di Kessie, Conti corre ad abbracciare il compagno di squadra appena andato a rete

Una gara sontuosa, intensa, spessa…come direbbe qualcuno. Arriva anche il goal a coronare l’ottima prestazione di Kessie ed una esultanza di quelle che si vedono soltanto dopo un goal a fine partita e dal giocatore meno quotato a segnare. Peccato che la stessa scena l’abbia vissuta anche la Lazio (in maniera meritata senza ombra di dubbio) ed è quanto basta a togliere parzialmente il sorriso a Kessie nonostante la consapevolezza che non fosse una gara così semplice. Lo hanno definito il “Milan B”, sicuramente nel modulo del tutto innovativo ma come ricordato da Romagnoli al termine della gara con l’Udinese non esiste un Milan B ma solo una squadra solida che punta nell’insieme verso la stessa direzione. Con Laxalt e Castillejo in campo avremmo visto il Milan in versione europea, quello che giovedì affronterà il Dudelange in casa, nel quinto turno di Europa League, quindi non è poi così B il Milan sceso in campo all’Olimpico. Per questo Kessie mastica amaro nonostante la grande reazione d’orgoglio espressa attraverso i social a fine partita.

MEZZ’ALA O CENTRALE?- Certo una riflessione andrebbe fatta sul ruolo del giocatore ivoriano. Nella posizione di interno del centrocampo a 4 fino ad ora ha fatto vedere grandi cose, goal a parte sta diventando fondamentale la sua presenza in fase di copertura, aiutato da un ottimo Bakayoko. A Roma ci si aspettava da entrambi una gara del genere ed è arrivata, a conferma del fatto che questa formazione, almeno per quanto riguarda il centrocampo può già considerarsi una certezza per il presente e per il futuro.

Articolo precedente
BakayokoBakayoko non la prende bene, il ragazzo si sta affermando: non accetta il pari
Prossimo articolo
GattusoMilan, ora 6 gare da non sbagliare: la Champions passa dai prossimi incontri