Jungdal, il portiere danese in clinica per le visite mediche

Maldini
© foto www.imagephotoagency.it

Jungdal alle visite mediche, il portiere danese, subito dopo si recherà a casa Milan per la firma del contratto con il Milan

Jungdal al Milan, visite e poi firma del nuovo contratto a soli 17 anni. Con un portiere che potrebbe andarsene uno ne arriva: il danese classe 2002 alto 195 (proprio quanto Gigio) si è unito alla società rossonera ufficializzando il passaggio dal Vejle, squadra della sua nazione nella quale è calcisticamente cresciuto. Il giocatore in queste ore è in clinica alla Madonnina per le visite mediche. Jungdal è stato in prova al Milan già lo scorso febbraio con i rossoneri che dopo averlo valutato hanno deciso di offrirgli una possibilità.

ORE 8:00- Inizia l’avventura italiana per Andreas Jungdal. Il giovane portiere 17enne è arrivato in clinica Madonnina, dove si è presentato per svolgere le visite mediche con il Milan. Come detto, già a febbraio il giovane era stato per qualche settimana in rossonero per uno stage che, a quanto pare, è andato a buon fine. Dopo le visite mediche il portiere danese si recherà in sede per la firma del contratto.

INTANTO DONNARUMMA- L’asse Donnarumma-Psg continua a tenere banco in sede di calciomercato. Mino Raiola ha comunicato al giocatore la necessità del Milan di dover fare cassa per sistemare il bilancio, a malincuore Donnarumma adesso ha dato la propria disponibilità dando come preferenze il Psg che, a parte un sondaggio della Juventus, è la sola indiziate ad acquisirne le prestazioni e il cartellino in estate.

LA PRIMA OFFERTA- La prima offerta dei parigini non ha tuttavia convinto la dirigenza rossonera che ha risposto con un secco “no” ai 20 milioni più Areola senza tuttavia chiudere totalmente le porte. Proprio la necessità del Milan di ottenere un sostanzioso conguaglio economico potrebbe però mantenere anche il portiere francese all’interno della trattativa abbassandone la valutazione e aumentando notevolmente le cifre da abbinargli.