Connettiti con noi

News

Ibrahimovic a Che Tempo Che Fa: «Questo Milan mi fa emozionare. Scudetto? Tutto può succedere»

Pubblicato

su

Zlatan Ibrahimovic ospite a Che Tempo Che Fa alle ore 20:00. Ecco le dichiarazioni dell’attaccante rossonero

Zlatan Ibrahimovic è ospite da Fabio Fazio a “Che Tempo Che Fa”. Fresco di partecipazione alla 71esima edizione del Festival di Sanremo, l’attaccante rossonero rilascerà nuove dichiarazioni. Segui qui su Milan News 24 tutte le parole dello svedese.

IBRAHIMOVIC A CHE TEMPO CHE FA: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Sul passaggio in moto a Sanremo – «Ho fatto un video quando guidava. Io pesavo molto più di lui e lo sbilanciavo in moto. Ho fatto i filmati per far vedere che era tutto vero. C’è ancora qualcuno che non ci crede. Non ho avuto tempo alla fine di chiacchierare con lui né di fare una foto perché dovevo entrare a Teatro. E’ stato molto gentile»

Sull’esperienza a Sanremo – «E’ stata una grande esperienza. Non sapevo cosa mi aspettava. Sapevo solo che dovevo essere me stesso e divertirmi»

Sui compagni al Milan – «Ho tanta responsabilità con i miei compagni, mi sento un leader. Questa è l’unica squadra che mi fa emozionare così tanto. Voglio fare tanto come guida, loro si aspettano molto da me e da quello che dico. Oggi volevo esserci alla partita, la squadra mi è mancata tantissimo durante il Festival. Un giorno senza di loro è come un giorno senza i miei figli»

Sul rinnovo – «Vediamo. Dipende da Maldini, se lui vuole io ci sono»

Su Van Basten – «Ho giocato con tanti giocatori di livello altissimo. Quando ho firmato con l’Ajax mi hanno paragonato a Van Basten. Mi mettevano troppa pressione. Non ero al suo livello. Ha fatto la storia, uno dei più forti di tutti i tempi»

Su Maradona – «Icona del calcio. Vederlo dal vivo è stato bellissimo»

Sul carattere da duro – «E’ una cosa che è cresciuta insieme a me. E’ una forza che mi aiuta anche per proteggermi. Sono riservato nelle mie cose. Nei miei social sono in una maniera, ma nel privato sono diverso»

Sui gol e le azioni in campo – «I gol che non si possono ripetere sono i più belli. Ho una visione di come penso finisca l’azione e allora provo. Vedo in campo quello che penso succeda. E’ tutto istinto. Mi arriva tutto d’impulso»

Su Gattuso – «Ieri l’ho sentito. Gli ho detto che doveva fare gli auguri a mio figlio che lo adora per la sua mentalità. Una volta scherzavamo e l’ho messo in un bidone con i piedi che uscivano di fuori»

Su Galliani – «Gli voglio troppo bene, ho un rapporto fortissimo con lui. Mi ha portato al Milan e mi ha restituito il sorriso. Prima del terzo anno volevo parlare con lui perché non volevo partire. Poi durante l’estate mi ha chiamato. Volevo rispondere dopo il mercato. Mi ha mandato a Parigi e alla fine è andato bene tutto. Per qualche mese non gli ho parlato»

Sullo Scudetto – «Tutto può succedere. Ci sono ancora tante partite. Adesso è il momento decisivo. Noi abbiamo anche l’Europa mentre l’Inter ha più tempo di recuperare. Io credo in quello che faccio, sono venuto al Milan per vincere».