Ibra al Milan, ci siamo: lo svedese vuole la Champions. Ecco quando l’annuncio

Ibrahimovic
© foto www.imagephotoagency.it

Siamo ormai ai dettagli per il ritorno di Zlatan Ibrahimovic al Milan, il centravanti svedese vuole la Champions con il Diavolo

Si procede ormai spediti verso il ritorno di Zlatan Ibrahimovic in rossonero, il centravanti svedese ha infatti ormai raggiunto l’accordo con i dirigenti del Milan grazie anche alla mediazione del suo procuratore Mino Raiola e nella metà di dicembre verrà ufficializzato come nuovo acquisto per poi fare il proprio esordio nel mese di gennaio. Il 37enne ex Los Angeles Galaxy si aggiungerà dunque al reparto avanzato a disposizione di Gattuso che vanta già nomi di primo piano come Gonzalo Higuian e Patrick Cutrone. Chiaramente a rimetterci maggiormente dovrebbe essere il numero 63 rossonero che però in una stagione da tre competizioni e tante partite ravvicinate avrà ugualmente a disposizione diverse gare o spezzoni di partite per aumentare il proprio personale bottino di reti. Secondo Leonardo e Maldini l’arrivo di Zlatan Ibrahimovic rappresenterebbe una garanzia atta a spingere il Milan verso le prime quattro posizioni in classifica visto che Ibra nella sua carriera non si è mai posizionato al di sotto di quella zona con le proprie compagini.

Dell’accordo tra Zlatan Ibrahimovic e il Milan non sono ancora noti i parametri economici ma l’operazione dovrebbe essere confermata a livello di tempistiche: contratto semestrale con opzione per la stagione successiva in favore del club rossonero che, in base all’impatto di Zlatan potrà decidere se mantenerlo in rosa anche nella stagione 2019-2020 oppure fargli chiudere la carriera altrove. Il ritorno dell’esperto fuoriclasse svedese in rossonero sottolinea la straordinaria sinergia e rispetto tra le parti venutasi a creare già nel corso della prima avventura di Ibra in rossonero: il giocatore ha più volte ripetuto di non aver mai voluto lasciare il Milan che, a suo dire, è stato il club più prestigioso nel quale abbia mai giocato. Il sogno mai nascosto di Ibra resta la conquista della Champions League, mai centrata in carriera, e per farlo Zlatan avrebbe deciso di puntare sulla storia e propensione continentale del Milan che però prima di pensare a grandi traguardi deve conquistarsi la qualificazione sul campo.

Articolo precedente
FabregasMilan, ecco la strategia per portare Fabregas in rossonero
Prossimo articolo
BenatiaMilan, sfuma Benatia: ecco perché e quali sono le alternative