Elisa Sergi (Viola Express): «Si è parlato di Chiesa al Milan»

© foto Elisa Sergi

Intervista ad Elisa Sergi, giornalista di Viola Express, in esclusiva per Milannews24. Si è parlato di Fiorentina-Milan e di Federico Chiesa e Veretout

I rossoneri questa sera saranno impegnati nella difficile trasferta del Franchi contro la Fiorentina. Con l’occasione abbiamo intervistato Elisa Sergi (@elisasergi), giornalista di Viola Express, che ci ha illustrato la situazione della Viola.

Ciao Elisa, la Fiorentina viene da una lunga serie di risultati negativi. Contro il Milan potrebbe esserci qualche stimolo in più per Montella per prendersi una rivincita?

«La stagione della Fiorentina la possiamo considerare alquanto deludente, un discreto (anche se non brillante) inizio di stagione per poi proseguire con una lenta discesa in negativo. Le scusanti ci possono essere, in primis la squadra più giovane del campionato, in secundis la tragica scomparsa di Capitan Astori, l’anno scorso, che ha ovviamente destabilizzato tutto lo spogliatoio a partire da Mister Pioli. Situazione delicata quella della Fiorentina che ha visto le inaspettate dimissioni del tecnico Pioli, segno che si era rotto irreparabilmente qualcosa tra società e allenatore. Per quanto riguarda la partita con il Milan, è la grande occasione di Montella per cercare di risollevare: squadra, animo e punteggio in classica».

Intanto la Curva viola promette uno sciopero del tifo. Cosa ha fatto incrinare i rapporti tra i tifosi e la proprietà?

«Il tifo Viola ormai è spaccato in due sezioni nette. La prima che contesta, ormai da parecchio tempo, i Della Valle, il loro scarso attaccamento alla squadra e le loro scelte tecniche, DG Corvino in primis. Questa parte del tifo, contesta tramite noi stampa, tramite social network e con veri e propri scioperi allo stadio. Poi c’è una altra parte del tifo, quella non legata agli Ultras, i moderati, i classici tipi da “tribuna” che non contesta Della Valle, ma che li sostiene e si schiera apertamente».

Questo finale di stagione del Milan ti ha deluso o ti aspettavi un calo dei rossoneri?

«Il Milan da sempre è una grande squadra, una delle 3 sempre in testa alla classifica, una squadra di livello e potenzialità molto alte. Sì, l’andamento del Milan mi ha un po’ deluso».

All’andata aveva deciso il match Federico Chiesa, giocatore nelle ultime settimane è stato accostato al Milan. In caso di partenza, ti risulta una preferenza del giocatore per i rossoneri?

«Per quanto riguarda Chiesa, vero gioiellino in casa Viola, i rumors si sprecano, tante sono le voci, anche se nessuna autorevole. Si è vero, si è parlato di Milan, ma anche di Inter, Juve e squadre estere. Il tifo Viola si augura che Federico possa rimanere attaccato ai valori della maglia che indossa tutt’ora».

Si è parlato di un interesse del Milan anche per Veretout e Biraghi. C’è qualche aggiornamento in merito?

«Per quanto riguarda questi ultimi giocatori, ancora è tutto da decidere, ci sono voci in merito, ma sia Biraghi che Veretout sono, dopo Chiesa, importanti per la formazione. Tutto dipende però, dai nuovi innesti che il mercato porterà in casa Viola, insomma, è ancora tutto in ballo».