Donnarumma: «Ho rinunciato a tanto per restare qui. Scudetto? Attenta Juve…»

donnarumma
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo un’estate travagliata conclusasi con un lieto fine, Gigio Donnarumma torna a parlare delle polemiche dei mesi precedenti e non solo

Intervistato da il Corriere dello Sport, Gianluigi detto Gigio Donnarumma, portiere del Milan e della Nazionale italiana, ha parlato della propria passione per la maglia rossonera iniziata quando era bambino: «Io facevo comprare a mia mamma tutti gli orologi, le magliette, le sciarpe del Milan. Tutta roba di calcio, la mia stanza da bambino era già rossonera. Soldi? Io non ci penso neanche. Io penso solo a restare tranquillo, a godermi la mia vita con la mia famiglia, con la mia fidanzata. Quindi non ci penso neanche ai soldi, per me sono la seconda cosa».

Le critiche durante l’Europeo – «Sapevo che erano in contestazione con me perché li sentivo urlare dietro, però in quel momento non pensavo neanche che erano soldi. Poi, finita la partita, quando ho visto le immagini e ho visto tutto sinceramente ci sono rimasto male. In quel momento volevo pensare solo all’Europeo, e mi dispiaceva che i tifosi pensassero a un mio tradimento».

 Il caso del mancato rinnovo in estate – «Io cercavo sempre di rimanere tranquillo, di non pensare alle voci. Sinceramente per un ragazzo di diciotto anni è un po’ meno facile. Lo è stato anche per la mia famiglia perché siamo persone tranquille, educate. Per questo ci faceva male sentire tutto quel rumore. Rinnovo? Si sentivano tante voci ma posso dire di aver rinunciato a tanto pur di restare al Milan».

La lotta Scudetto – «La Juve può vincere ma attenzione al Milan. Noi dobbiamo pensare a tornare in Champions ma attenzione…».