Derby, il commento del Milan: La cosa più importante? I tifosi

© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan commenta la situazione relativa al Derby e alle incertezze delle date che ad oggi non è ancora possibile stabilire

Il Milan come di consueto commenta la rassegna stampa quotidiana, come sempre, dal proprio sito. Questo quanto pubblicato dalla società rossonera a proposito del derby di campionato con l’Inter, gara da recuperare e per la quale ancora non ci sarebbe una data. Come sappiamo, molto dipenderà dall’esito della sfida con l’Arsenal, se il Milan dovesse arrivare ai quarti allora il Derby subirebbe un ulteriore slittamento, oltre il 4 di Aprile, data al momento presa in considerazione: “Il Milan continua a vivere e pensare partita per partita. Senza immaginare duelli a lunga gittata. Il Derby senza soste, con l’Inter attualmente quinta e il Milan attualmente sesto, resta mediatico e affascinante per i tifosi e per i media. Ma in casa rossonera si continua a curare il dettaglio day by day. Per quanto riguarda la data di recupero del derby, si legge da più parti, sui siti e sui giornali, che per rispetto dei tifosi che vengono da lontano e che fanno grandi investimenti per esserci, sarebbe più opportuno un recupero festivo e non infrasettimanale. Resta il fatto che i tifosi sono una componente fondamentale del mondo del calcio”.

Parole di attesa quelle del Milan che in qualche modo non vede l’ora di giocare questa partita e magari andare a prendersi proprio quel quarto posto, sfruttando la stracittadina che a questo punto segnerebbe un evento leggendario ( per usare un termine entusiastico). Non c’è in ballo lo scudetto ma se si tratta di fare uno sgambetto ai rivali nerazzurri, anche un quarto posto diventa uno scudetto, è solo questione di punti di vista. Questo appare gli occhi dei tifosi che contro l’Arsenal, a San Siro hanno riempito uno stadio come fosse una semifinale di Champions. Il bello del calcio.

Articolo precedente
DonnarummaDonnarumma, la risposta del portiere al nuovo caso di mercato
Prossimo articolo
ReinaReina al Milan, già partita la campagna mediatica contro lo spagnolo