De Zerbi: «Sensi non deve rimanere controvoglia, dipende dal lui…»

© foto www.imagephotoagency.it

De Zerbi lascia intendere che il futuro di Stefano Sensi potrebbe essere lontano da Sassuolo. Forse al Milan…

Stefano Sensi è uno dei primi obiettivi per il centrocampo. Lo era qualche settimana fa, lo è ancora di più con l’arrivo di Marco Giampaolo in rossonero. Il centrocampista ha tutte le carte in regola per rientrare nel progetto giovani di Ivan Gazidis: giovane età, talento, costo contenuto, esperienza nel campionato italiano. L’offerta del Milan è di 15 milioni più il cartellino di Manuel Locatelli che i neroverdi devono obbligatoriamente pagare quest’estate. Con Barella molto vicino all’Inter, i rossoneri devono necessariamente trovare un centrocampista duttile con buone doti in impostazione.

Il talentino del Sassuolo e Sandro Tonali sono i giocatori più adatti al momento per completare le lacune della rosa (alla luce anche del budget ridotto di mercato). Intervistato da Sky Sport, mister De Zerbi ha parlato del futuro del proprio pupillo:

«Mi aspetto una telefonata da Sensi dopo il tour con la Nazionale, mi aspetto che mi dica che vuole rimanere qui. Tuttavia, non mi piace che un giocatore rimanga controvoglia. Sensi oggi ha le carte in regola per giocare le coppe europee, ma sa anche che qua è molto stimato e apprezzato. Dipende da lui».

L’allenatore del Sassuolo ha invece smentito le voci che lo vorrebbero lontano dall’Emilia, forse in direzione Milano: «Non ho mai avuto l’idea di cambiare, mi sento l’allenatore di una squadra di prima fascia. Questo Sassuolo forse è ancora in fase embrionale, siamo appena partiti, ma sono convinto che tra qualche anno potremo avvicinarci alle big del campionato».