Connettiti con noi

Esclusive

Intervista a De Cerame: «Se arriva Kalinic addio Auba e Belotti»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Esclusiva di MilanNews24.com che ha intervistato Davide Russo De Cerame per fargli alcune domande sui prossimi acquisti del Milan

Intervistato in esclusiva da MilanNews24, Davide Russo De Cerame, noto esperto di calciomercato e apprezzato opinionista sulle reti del gruppo Mediapason, ha fatto il punto sulle operazioni di mercato del Milan.

Ci sono novità per quanto riguarda Renato Sanches al Milan?

«Da quello che so la pista Renato Sanches si è un po’ raffreddata. Era un’idea nata da Jorge Mendes per permettere al ragazzo di rilanciarsi. Il Bayern Monaco lo ha pagato 35 milioni di euro più altri 45 legati ai bonus e non prende in considerazione l’ipotesi di dare il giocatore in prestito oneroso con diritto di riscatto, ma solo attraverso l’obbligo. Il Milan non vuole spendere il budget rimanente per comprare un mezzala».

Potrebbe essere Badelj il rinforzo per il centrocampo?

«Il giocatore ha cambiato procuratore ed è passato a Lucci, il quale con il Milan in questa sessione di mercato ha già mediato le trattative per Bertolacci (passato al Genoa in prestito ndr) e Bonucci. La Fiorentina ha già ceduto Borja Valero e non avrebbe problemi a cedere Badelj davanti ad un’offerta di circa 10 milioni. Bisogna capire se Montella ha davvero necessità di un altro centrocampista perché in rosa, oltre ai titolari, ci sono già Locatelli, Montolivo e ancora Sosa e Mauri. Semmai c’è un problema esuberi a centrocampo. Biglia è un giocatore che non ha mai avuto infortuni gravi e salterà solo poche partite per l’infortunio subìto. In questo senso l’operazione Badelj per il Milan non è una priorità e può concretizzarsi negli ultimi giorni di mercato».

Aubameyang è un sogno impossibile?

«Aubameyang ha affermato che il Milan sta dormendo, ma il problema è la valutazione del gabonese. Il Borussia Dortmund sta facendo muro con il Barcellona anche per un giocatore come Dembelé che ha fatto solo un anno ad alti livelli. Aubameyang è un’operazione molto onerosa perché i tedeschi chiedono una cifra di 90-100 milioni e il giocatore vuole un ingaggio molto alto».

Belotti-Milan: è ancora possibile?

«È una trattativa aperta, ma bisogna vedere qual è il budget rimasto nelle mani di Fassone e Mirabelli. Per 60 milioni Urbano Cairo non lo fa partire. Con un extra budget, invece, sarebbe diverso. Davanti ad un’offerta di 80 milioni il Torino non si tirerebbe indietro».

Kalinic esclude altri arrivi?

«Il Milan sta provando a chiudere la trattativa per Kalinic con la Fiorentina. Sicuramente l’acquisto di Kalinic escluderebbe, per questioni economiche, l’arrivo di Belotti o Aubameyang. Può invece arrivare insieme al croato un altro attaccante con un costo più basso: Diego Costa, ad esempio, che è un giocatore di Mendes ed è ai margini del progetto Chelsea. In questo caso il problema sarebbe far cambiare idea allo spagnolo che vuole tornare all’Atletico Madrid».

Niang rimane al Milan?

«Penso che Niang potrebbe rimanere al Milan. Il Torino che si era interessato al giocatore ha già diverse soluzioni in rosa sugli esterni, basti pensare a Iago Falqué e Berenguer. Il giocatore francese dovrebbe rimanere nella rosa di Montella per almeno altri sei mesi».

Dove va Paletta?

«Penso che il Milan alla fine riuscirà a cedere Paletta. Ci sono diverse squadre interessate al difensore che potrebbe rientrare, ad esempio, come contropartita nella trattativa per Kalinic o in quella per Badelj. La Fiorentina ha carenza di centrali di difesa e Paletta potrebbe essere il rinforzo giusto per i Viola».

José Mauri?

«È un giocatore che rischia di rimanere al Milan perché ha un ingaggio alto. La soluzione rossonera per cederlo potrebbe essere quella di pagare gran parte dello stipendio e darlo in prestito»