Connettiti con noi

News

Conferenza Pioli: «Rebic? Più no che sì per domani. Ibra parte con noi» – VIDEO

Pubblicato

su

Conferenza Pioli: il tecnico rossonero parlerà alle ore 14.30 da Milanello alla vigilia del big match dell’ultima giornata Atalanta Milan

Pioli in conferenza: alle 14:30 da Milanello il tecnico rossonero parlerà davanti alla stampa per presentare la sfida in programma domani sera al Gewiss Stadium tra Atalanta e Milan. Segui le sue parole LIVE su Milan News 24.

GUARDA QUI PER VEDERE LA CONFERENZA DI PIOLI

CHAMPIONS MERITATA – «La classifica darà i verdetti finali, sappiamo che abbiamo parlato tutto l’anno di partita della svolta ma sappiamo che quella vera sarà domano. Abbiamo preparato bene la partita, la squadra è motivata e sarà pronta a dare il massimo per ottenere un risultato importante».

SETTIMANA DI LAVORO – «Settimana particolare perché fino a mercoledì la delusione era presente ma dal giorno dopo si è trasformata in ambizione, concentrazione e determinazione. Giusto che ci sia tensione ma abbiamo saputo preparare ottimamente la gara. Perché il Milan merita di andare in Champions? Abbiamo dimostrato per tutto il campionato di essere una squadra forte e meritatamente in lotta per le prime posizioni al fiano delle squadre più quotate».

ATALANTA – «Mi aspetto un’Atalanta che darà il massimo e che giocherà al meglio delle sue possibilità. Stanno dimostrando da tanti anni di essere una squadra forte, mi aspetto una grande Atalanta ma per noi sarà importantissimo».

MOTIVAZIONI – «La settimana è stata piena nei colloqui sia individuali che collettivi. La motivazione è al massimo, tutta la squadra ha lavorato tutto l’anno per questa partita, le motivazioni per tutti non mancano e non mancheranno. Adesso è il momento di rimanere uniti e compatti al fine di raggiungere il nostro obiettivo».

REBIC – «Più no che sì, vedremo domani mattina. Gli altri stanno tutti bene e sono in ottime condizioni. Ha avuto un piccolo problema muscolare al polpaccio, al momento non è disponibile».

IBRA – «Ibrahimovic ha fatto tutto quello che poteva per farci arrivare fin qui. Domani partiranno tutti, lui compreso. Non ci saranno i tifosi ma porteremo con noi il loro entusiasmo. Sarà sicuramente con noi ma non in panchina, non credo cambi tanto perché sarà comunque a ridosso del campo»

PROBLEMA INFORTUNI – «E’ stato un problema che ci siamo portati dietro per tutto l’anno. Siamo la squadra che ha giocato di più e farlo ogni 4-5 giorni ti fa perdere qualcos ain quel senso. Per tutte le partite che abbiamo giocato siamo leggermente sopra la media ma il problema è stato il concentrarsi di 7-8 infortuni contemporaneamente o quasi. Lì siamo stati sfortunati ma stiamo lavorando per fare meglio nella prossima stagione anche in quel senso»

SOSTEGNO DELLA SOCIETA’ – «La società ci è sempre stata vicina con grande presenza e fiducia nel lavoro che svolgiamo. Cosa possiamo avere di più dell’Atalanta? Lo dobbiamo dimostrare domani sul campo, dobbiamo essere una squadra attenta, determinata e soprattutto lucida nel saper cogliere il massimo da ogni occasione».

VOTO ALLA SQUADRA – «Non conta niente dove siamo oggi, conterà dove saremo domani sera. Le valutazioni dobbiamo rimandarle a domani».

PAURA – «La paura è come il fuoco, se la gestisci bene ti riscalda e non ti brucia. Abbiamo affrontato altre partite importanti in cui il risultato contava. Siamo stato sempre molto convinti senza mai abbatterci e questa settimana ho visto le cose che dovevo vedere».

IL MIO FUTURO – «E’ la partita di domani, dobbiamo tutti ragionare così poi al futuro ci penseremo da lunedì».

CONVINTI E CONSAPEVOLI – «Siamo convinti e consapevoli delle difficoltà che troveremo dentro la partita ma quando sei così consapevole e dentro la partita devi superare le difficoltà ed ottenere un risultato importante»

QUALIFICAZIONI ALLA CHAMPIONS – «Ci riuscì all’ultima giornata con la Lazio dopo aver perso un derby nei minuti finali. Oggi ho rivisto nei giocatori del Milan quello che ho visto nella mia Lazio»