Connettiti con noi

News

Conferenza Pioli: «La parola Scudetto la nominerò solo a maggio»

Pubblicato

su

Ecco le parole in conferenza stampa di Stefano Pioli alla vigilia del match di domani al Picco tra Spezia e Milan

CLICCA QUI PER IL VIDEO INTEGRALE

Conferenza Pioli, il tecnico rossonero parla alla vigilia della gara con lo Spezia, match in programma al Picco, sabato sera alle 20:45. Le parole del tecnico.

SULLA PARTITA DI DOMANI: «La preparazione è stata fatta per arrivare pronti e determinati alla gara di domani. Un avversario che ci aveva creato difficoltà e che gioca un calcio moderno, dovremo mettere in campo una prestazione di alto livello.»

SU GAZIDIS: «Le parole di Ivan mi hanno fatto piacere, siamo in sintonia. Il nostro rapporto è cresciuto nel tempo, adesso siamo in completa sintonia. Con tutto il club e l’area tecnica. C’è unione di intenti per far sì che questo club torni agli splendori che merita».

COMPATTEZZA : «Nei momenti difficili il club ci ha sempre protetto, Maldini e Massara sono sempre presenti. Abbiamo lavorato tutti insieme e tutte le componenti sono importanti. Abbiamo gettato delle buone basi e ora su queste basi dobbiamo creare qualcosa di importante continuando a lavorare»

TANTE GARE IN POCHI GIORNI E SULLA SETTIMANA: «È stata una buona settimana. A parte Diaz e Maldini hanno tutti lavorato con la squadra, ho dei buoni margini di scelta per domani. Penso solo alla gara di domani, abbiamo cominciato bene il girone di ritorno e vogliamo continuare. Da lunedì penserò alle prossime partite, ora ho l’organico quasi al completo e sono davanti a scelte difficili. È bene schierare 11 forti ma altrettanto avere dei giocatori che possano cambiare la partita a gara in corso. I giocatori che arrivano da qualche infortunio non sarà facile farli giocare da subito 3 gare ravvicinate. Ma ora siamo concentrati su domani.»

DISTRAZIONI EXTRA CAMPO PER VIA DEI RINNOVI: «L’importante è che il club abbia detto la sua in modo convincente. Siamo fiduciosi di continuare insieme, i ragazzi sono sereni e determinati, non ci sono situazioni di poca serenità. Molta concentrazione e voglia di fare, il club sta costruendo qualcosa di importante. Vogliamo ottenere il massimo possibile.»

SNODO DEL CAMPIONATO: «Ogni partita mi parlate di snodo cruciale, io continuo a pensare che dobbiamo concentrarsi solo sulla nostra gara.»

CONDIZIONE DEI GIOCATORI: «A parte Diaz, Maldini gli altri sono tutti disponibili ed in buone condizioni. Calabria ha qualche piccolo problemino che si sta portando dietro, ora con la squalifica lo sta risolvendo.»

COSA MIGLIORARE PER PENSARE IN GRANDE: «Ci sono tante situazioni, i nostri risultati sono sotto gli occhi di tutti ma ci sono tante situazioni da leggere meglio. Con il Crotone non siamo stati compatti nel primo tempo, possiamo essere più precisi e determinati nel chiudere prima una gara. Di partita in partita ci sono tanti miglioramenti da far, siamo una squadra molto giovane che ha messo dentro giocatori nuovi e i ragazzi ne sono consapevoli. Ora le aspettative si sono alzate e dobbiamo farci trovare pronti per essere di alto livello a livello tecnico e mentale, per stare dentro la partita.»

SULLO SPEZIA: «Gara difficile, hanno giocatori veloci con un allenatore che interpreta le gare in modo aggressivo. Dovremo essere lucidi e precisi per risaltare le nostre qualità»

RUOLO DI LEAO: «Credo che sia stato bravo in tantissime posizioni. Al posto di Ibra, a sinistra al posto di Rebic, sotto punta. La sua crescita è evidente, il suo ruolo è a sinistra, ma può giocare in tante posizioni.»

IBRA E SANREMO: «Il nostro festival è in campo, mancano ancora 5 partite prima di Sanremo. Ci sarà tempo per organizzare meglio, ora siamo concentrati.»

SETTIMANE LIBERE: «Volevamo andare avanti in Coppa, non esserci riusciti ci è dispiaciuto. È vero però che ne abbiamo approfittato, tanti giocatori ne avevano bisogno. In questo momento non ci guardiamo indietro, pensiamo alle prossime gare. In meno di 4 mesi ci giochiamo tanto. Abbiamo seminato, ora speriamo di raccogliere ancora di più.»

EPISODI DI NERVOSISMO IN CAMPO: «Non credo che possa condizionarci. Sono cose che è meglio non capitino, ma non condizionerà nessuno. Da qui a fine campionato ci sarà correttezza e rispetto.»

SQUADRA GIOVANE E CAPACITÀ DI RECUPERO: «I giovani hanno più energia e capacità di recupero. Per tutte le squadre è una stagione particolare, le squadre non hanno fatto una preparazione completa, spesso abbiamo giocato ogni 3 giorni. Prepararsi bene e recuperare diventa importante per prevenire infortuni.»

CALHANOGLU: «Domani torna dall’inizio. Il ballottaggio è tra Rebic-Leao».

PRONOSTICI SCUDETTO: «Non mi interessa, nel calcio parla il campo. Proveremo a fare il massimo per raggiungere qualcosa di insperato.»

ASPETTATIVE FINO A FINE STAGIONE: «Sono d’accordo con le parole di Bennacer, nella vita e nello sporto conta quello che dimostrare da qui in avanti. Cerchiamo di fare il massimo, i ragazzi hanno lavorato tanto e si sono sacrificati tanto. Quello che abbiamo fatto fin qui non è sufficiente, c’è da stare lì fino alla fine. Vogliamo arrivare a fine stagione senza rimpianti.»

SULLA PAROLA SCUDETTO: «La parola giusta per noi è lavorare per dare il massimo. Più i sogni sono grandi, più le delusioni sono importanti. Noi non dobbiamo sognare ma vivere la nostra realtà. noi siamo quelli che possiamo determinare le nostre fortune. La parola lì la nominate voi tante volte, io la nominerò solo a maggio.»