André Silva, un’altra prova incolore: il portoghese non convince Giampaolo

André Silva
© foto www.imagephotoagency.it

André Silva, il portoghese delude ancora una volta. La dirigenza ha ancora un po’ di tempo per cercare di venderlo

André Silva ancora deludente. Ieri non ha praticamente toccato palla nemmeno contro una squadra di livello inferiore. L’aspetto più preoccupante non è la mancanza di reti, ma la totale assenza dell’attaccante in aerea di rigore. Castillejo, seppur in maniera confusionaria e altalenante, si è è fatto vedere in un paio di occasioni e ha partecipato alle azioni d’attacco. Il portoghese in 45 minuti ha confezionato un solo tiro finito fuori da buona posizione.

Nel gioco di Giampaolo l’ex Porto non sembra proprio starci. Poco movimento, poca cattiveria sotto porta, scarsa partecipazione al gioco d’attacco. Tuttavia, a meno ci clamorose novità, il giocatore sembra destinato a rimanere al Milan. Il mancato accordo con il Monaco e la chiusura del mercato in entrata in Premier League riducono le possibilità di una cessione. Giampaolo giustamente vorrebbe un giocatore che possa sostituire Piatek in caso di bisogno, ma attualmente nessuno in rosa può farlo se non proprio Silva. In questo senso sarebbe stato perfetto lo scambio per Pellegri, giocatore in grado di agire sia da prima che da seconda punta.

Maldini e Boban hanno ancora qualche giorno per risolvere la situazione, con un occhio rivolto anche alle offerte per Suso e alla vicenda Correa.