Addio a Gigi Radice: con il Milan vinse la prima Coppa dei Campioni

© foto www.imagephotoagency.it

Gigi Radice, allenatore del Torino Campione d’Italia nel ’76 e vincitore della prima Coppa dei Campioni per il Milan, è scomparso a 83 anni

Gigi Radice, ex rossonero e allenatore del Torino campione d’Italia del 1976, che per il modo di giocare ricordava la grande Olanda di Cruijff, è morto oggi all’età di 83 anni. Il tecnico era da tempo malato di Alzheimer e il caso ha voluto che la sua scomparsa sia arrivata proprio alla vigilia della sfida tra i granata e il Milan, le due squadre che hanno più segnato la sua carriera da giocatore e da allenatore. Radice dopo l’esperienza a Padova e Triestina ha vinto con il club di via Aldo Rossi la prima Coppa dei Campioni alzata da una squadra italiana nel 1963. Nella finale contro il Benfica di Eusebio non scese in campo ma nelle sue 73 presenze in rossonero ha comunque avuto modo di mettere in bacheca anche 3 Scudetti e una Coppa Latina.

Radice appese gli scarpini al chiodo dopo un grave infortunio al ginocchio ma divenne immortale per i tifosi granata per aver riportato il tricolore a Torino a 27 anni dalla tragedia di Superga, che costò la vita ad una delle squadre considerate tra le più forti della storia. In carriera si è seduto anche sulle panchine di Inter, Bologna, Roma e Fiorentina.

Il Milan ha voluto ricordare Radice con un post pubblicato sul suo profilo Twitter ufficiale: «Il suo Milan è stato il primo Club italiano a vincere la Coppa dei Campioni. Lui, Gigi Radice, tre volte campione d’Italia in rossonero, ci ha lasciati. La Storia del calcio e tutto il Milan lo ricordano con affetto e commozione. Condoglianze sincere alla famiglia Radice».

Articolo precedente
san siroPer il quarto posto serve San Siro strapieno: Milan-Torino a prezzi popolari
Prossimo articolo
ContiConti: «Il Milan è da Champions League, sono a disposizione di Gattuso»