Zakaria Bakkali: al PSV, l’osservato speciale del Milan

© foto www.imagephotoagency.it

Il talentino del PSV Eindhoven, avversario e obiettivo di mercato del Milan.

Bakkali, di origini marocchine, è nato in Belgio, a Liegi, nel 1996. Le sue prime esperienze calcistiche le vive tra le fila del Liegi e del ben più celebre Standard Liegi. Nel 2008, il PSV riesce ad accaparrarsi le prestazioni di questo giovane prospetto del calcio europeo, ma lotta molto per tenerlo poiché il ragazzo viene notato dagli osservatori dei top club più importanti del vecchio continente. Uno su tutti il Manchester City che, dopo averlo visionato nel Nike World Tour, del quale è stato eletto miglior giocatore, tenta di strapparlo agli olandesi, ma la dirigenza del club di Eindhoven si oppone.

Nel 2012, a soli 16 anni, viene inserito nella prima squadra, ma fa solo alcune apparizioni in panchina. Per il suo esordio in partite ufficiali bisogna attendere l’estate 2013, quando gioca nel terzo turno preliminare di Champions League; disputa entrambe le gare contro lo Zulte Waregem e in quella di ritorno firma il suo primo gol da professionista. Successivamente, per Bakkali arriva anche il debutto in Eredivisie e alla seconda giornata realizza una tripletta nella vittoria del PSV sul NEC per 5 a 0. Questo splendido hatrick, lo rende il calciatore più giovane ad aver mai siglato tre gol in una partita della massima serie del campionato olandese, a soli 17 anni e 196 giorni. Questa stagione sarà molto importante per il belga-marocchino poiché, grazie alle cessioni di Lens e Mertens da parte del PSV, la concorrenza per un posto da esterno è diminuita e il grande Phillip Cocu, allenatore della squadra e vecchia gloria del club e della nazionale olandese, saprà sicuramente metterlo nelle condizioni di esprimersi al meglio delle sue possibilità.

Bakkali fa parte delle selezioni giovanili del Belgio dal 2009, quando diventa un elemento della rosa dell’Under 15. Dal 2012, inoltre, viene promosso in Under 21 dal commissario tecnico Joahn Walem, vecchia conoscenza dell’Udinese.

Tatticamente, Bakkali è un esterno d’attacco puro, è destro naturale ma sa calciare molto bene con entrambi i piedi. Il ragazzo viene solitamente schierato a destra, nonostante prediliga partire largo a sinistra per poi accentrarsi e cercare la conclusione a rete, e si adatta perfettamente al 4-3-3 di Cocu. Grazie alla sua velocità, risulta essere un avversario molto ostico per il suo marcatore diretto poiché, anche grazie ad un dribbling funambolico, riesce a liberarsi velocemente per poi andare a calciare in porta o crossare. Nelle sue prime apparizioni con la maglia del PSV, si è distinto anche per il fiuto del gol, qualità che lo rende, all’occorrenza, una valida alternativa nel ruolo di prima punta. In questa posizione potrebbe soffrire molto il dominio fisico dei difensori centrali avversari, visto che è di bassa statura e la potenza fisica non è il suo punto di forza. Di conseguenza, preferisce avere il pallone tra i piedi e puntare l’avversario piuttosto che sfruttare il gioco aereo.

Il PSV sta cercando in tutti i modi di blindare Bakkali, soprattutto prolungandogli il contratto fino al 30 giugno 2015. Il ragazzo, però, è pieno di qualità e ha voglia di farsi vedere sui più grandi palcoscenici del calcio europeo. Esordiente in questa stagione, vuole già trascinare i ragazzini terribili di Cocu verso traguardi importanti. Nel suo futuro ci sarà sicuramente un top club, ma nel frattempo il PSV si gode il suo piccolo Ronaldinho.

Data di nascita: 26 gennaio 1996
Luogo di nascita: Liegi
Età: 17 anni
Altezza: 164 cm
Nazionalità: Belgio
Ruolo: esterno d’attacco
Piede: destro
Valore di mercato: 1 000 000 € (http://www.transfermarkt.it/)

Articolo precedente
Calciomercato Milan, trovato l’accordo con Suso
Prossimo articolo
Marco Van Ginkel, il fenicottero del centrocampo