Welbeck, beccati questa pioggia di critiche: tabloid inglesi scatenati

Rigore Arsenal
© foto @Twitter Giovanni Capuano

Non se la passerà bene nei prossimi giorni l’attaccante dell’Arsenal Welbeck, in patria piovono critiche da tutte le parti per quel tuffo che ha di fatto falsato la partita

L’arbitro glielo concede ma lui se lo prende senza proferire parola. Parliamo del rigore assegnato a Welbeck dall’arbitro Eriksson sul risultato di 1-0 per il Milan, un episodio brutto che sporca tutti i bei gesti che nella storia del calcio si sono distinti in quanto a Fair Play, in situazioni ben più complicate. In Inghilterra il gesto del giocatore inglese non è piaciuto, tanto da definirlo un tuffatore come si vede chiaramente nelle immagini. In cento situazioni analoghe, forse anche in mille, l’arbitro avrebbe concesso il rinvio dal fondo ed invece inspiegabilmente arriva quel penalty che cambia tutto e che chiude di fatto la partita, quando invece era ancora aperta, con i rossoneri pronti a dar battaglia nella ripresa per tentare una scalata che a quel punto sarebbe stata possibile. Nulla di fatto. Rigore inesistente, partita falsata e tabloid inglesi scatenati contro il giocatore che zitto zitto si è preso rigore e qualificazione. Ciò non toglie che il Milan abbia le proprie colpe: 5 goal subiti in due partite e quell’errore di Donnarumma in occasione del secondo goal. Gattuso dopo il match ha espresso la sua disamina facendo un disegno chiaro su come siano andate esattamente le cose, la qualificazione il Milan l’ha persa a San Siro, ieri senza quel rigore si sarebbe tornati in campo sullo 0-1, con una spinta psicologica diversa e con 45 minuti per trovare quell’unico goal utile per andare ai supplementari. Chiaramente il rigore ha tagliato le gambe ai ragazzi che a quel punto per qualificarsi avrebbero dovuto farne 2 e vincere 3-1.

Bella figura per l’Arsenal che sicuramente ringrazierà Welbeck per il nobile gesto e per tutte le critiche che ora gli stanno piovendo addosso. Intanto oggi c’è il sorteggio e da domani penseranno ai quarti. Loro.

Articolo precedente
Stampa RassegnaRassegna stampa del 16 marzo 2018
Prossimo articolo
milan interMilan-Inter, senza Europa League si attende ora la conferma della data ufficiale