Supercoppa, Qatar chiede alla Lega Serie A di spostare la sede

© foto www.imagephotoagency.it

La data della Supercoppa si avvicina, ma le polemiche non sembrano intenzionate a cessare. Questa volta arriva una lettera dal Qatar

Manca ormai meno di una settimana al’avvenimento calcistico più atteso di questo inizio 2019: il 16 gennaio infatti a Gedda si giocherà Juventus-Milan, gara che stabilirà il vincitore della prossima Supercoppa Italiana. Le polemiche circa la location della gara però non sembrano intenzionate ad attenuarsi. Dopo la tempesta sollevata dalle limitazioni imposte alle donne per la partecipazione allo stadio, arriva ora un’altra minaccia. Secondo quanto riportato da Associated Press infatti, il canale beIN Sports, di proprietà del governo del Qatar, ha chiesto alla Lega Calcio italiana di non disputare la Supercoppa in programma il 16 gennaio in Arabia Saudita. L’accusa mossa nei confronti della Nazione sarebbe quella di copertura pirata e di mettere in luce le proteste degli attivisti per i diritti umani.

Per questi motivi il CEO di beIN Yousef Al-Obaidly, rivela Associated Press, ha scritto una lettera alla controparte della Lega di A Luigi De Siervo per chiedere di spostare la sede della partita: «Per combattere la battaglia comune contro la pirateria». La tv araba infatti, sovrapporrebbe il logo beoutQ a quello della tv qatariota. Prosegue la lettera: «Con tutte le Nazioni che avreste potuto scegliere, avete scelto quello che non rispetta i diritti e la proprietà intellettuale» Mentre i biglietti per la gara del King Abdullah Stadium sono stati esauriti in due giorni, Al-Obaidly ha chiesto alla Lega di A di riconsiderare «se sia opportuno procedere con la gara a Jeddah quando altre opzioni restano disponibili anche in altri slot».

Articolo precedente
Supercoppa, Juventus-Milan: Mandzukic a rischio forfait
Prossimo articolo
Genoa-Milan, ufficiale: gara spostata