Serginho: «Giampaolo non ha la rosa da 4-3-1-2. Deve cambiare visione»

© foto www.imagephotoagency.it

Serginho attraverso i microfoni di Calciomercato.com esprime il proprio pensiero su Giampaolo e i brasiliani presenti in rosa

Serginho ha avuto l’occasione di esprime, attraverso i microfoni di Calciomercato.com, totalmente il proprio pensiero nei confronti di Giampaolo e i brasiliani presenti nella rosa rossonera. Attualmente l’ex terzino sinistro del Milan è il collaboratore del procuratore Alessandro Lucci, per altro agente di Calabria e Suso.

Su Giampaolo – «Giampaolo è un allenatore riconoscibile, con idee chiare e una propria metodologia. Ha sempre giocato con un sistema di gioco, il 4-3-1-2, ma non ha una rosa con queste caratteristiche. Ora deve cambiare la mentalità, è alla ricerca di un metodo».

Su Duarte e Paquetá – «Duarte deve avere pazienza, deve adattarsi a un nuovo modo di giocare, una nuova alimentazione e lingua. Sta rispondendo bene. A 23 anni non arrivi in Italia per essere subito titolare. Ci è riuscito Kaka, ma lui era un fenomeno. Paquetà è un grande giocatore ma deve capire che non è in Brasile. Deve essere più veloce di pensiero, qui non ti danno il tempo di alzare la testa e ragionare».