Sensi, il Milan punta sulla volontà del giocatore e sul contratto in scadenza

© foto www.imagephotoagency.it

Sensi, il Milan in accordo con l’agente cercherà di abbassare le pretese del Sassuolo. Si punta a chiudere sui 20 milioni

Il Sassuolo ha alzato le pretese e ha richiesto 35 milioni di euro per Stefano Sensi. Il Milan non è assolutamente disposto a spendere quella cifra per un giocatore che deve dimostrare ancora tanto. Il patron Squinzi, ormai consapevole delle intenzioni rossonere, proverà a forzare la mano per ricavare il maggior guadagno possibile.

D’altra parte i rossoneri possono contare sulla volontà del giocatore che già da tempo ha espresso il proprio desiderio di lasciare l’Emilia. Maldini ha già avuto rassicurazioni da parte di Beppe Riso, agente del giocatore, che nei prossimi giorni incontrerà l’ad neroverde Carnevali. Probabile che Riso forzi la mano sottolineando la volontà del giocatore e la data di scadenza del contratto in essere. Come noto, il 30 giugno 2020 Sensi si svincolerà, ma nella pratica secondo le norme Fifa già a gennaio potrà firmare con il Milan.

A Squinzi non rimane che incassare questa estate ed evitare già fra 6 mesi di ritrovarsi davanti ad un accordo tra il giocatore e i rossoneri. A queste condizioni il Milan potrà abbassare e di molto la richiesta di 35 milioni.