Polonia-Italia 0-1: Gigio attento, che spettacolo Barella!

Donnarumma Italia
© foto www.imagephotoagency.it

Biraghi risolve la sfida all’ultimo minuto. Donnarumma sicuro, Barella domina nel nuovo centrocampo azzurro

Finalmente abbiamo assistito ad una prova positiva della Nazionale italiana dal punto di vista del gioco. Manca però la parte più importante, ovvero il risultato: lo 0 a 0 rimanda ogni discorso alla prossima sfida contro il Portogallo lasciando gli azzurri con lo spauracchio della retrocessione. Il trio di centrocampo Verratti-Jorginho-Barella funziona a meraviglia, davanti si muovono bene ma non c’è una punta centrale per finalizzare.

TOP – Gigio Donnarumma si conferma in forma con due grandi interventi su Grosicki. Il portierone azzurro non sbaglia nulla e compie due grandi parate dando sicurezza a tutto il reparto. Da segnalare anche la prova maiuscolo di Barella, centrocampista cercato da Leonardo per rinforzare la rosa di Gattuso. Il talento del Cagliari sembra già pronto per il salto di qualità e forse sarebbe l’uomo più adatto per il centrocampo rossonero.

PRIMO TEMPO – Jorginho trova la traversa con un gran tiro da fuori a giro, poi è il turno di Insigne che in spaccata colpisce nuovamente il legno. Italia sfortunata che continua a macinare gioco senza trovare la rete. Sczcesny si supera sulla conclusione di Florenzi dopo un tacco dello stesso Insigne, poi nel finale di tempo Bernardeschi conclude debolmente da buona posizione. Da segnalare anche un colpo di testa pericoloso di Chiellini alzato sulla traversa dal portiere polacco.

SECONDO TEMPO – Nel secondo tempo la musica non cambia. Un’azione corale porta al gol l’Italia, ma Insigne è in fuorigioco e l’arbitro annulla. Grosicki spaventa la nazionale di Mancini due volte: salva Donnarumma prima di istinto di piede e poi a mani aperte da distanza ravvicinata. Milik in contropiede spara alto su erroraccio di Verratti. Nel finale ancora Bernardeschi spreca prima dell’ingresso di Lasagna e Piccini. All’ultimo minuto su calcio d’angolo Lasagna spizza di testa per la zampata di Biraghi che fa esplodere la panchina di Mancini. L’Italia si salva e manda all’inferno alla Polonia che retrocederà nella Lega B.

Articolo precedente
BakayokoMilan, clamorosa ipotesi per Bakayoko
Prossimo articolo
Paquetà, il pronostico di Pellegatti: il primo goal lo segnerà di testa