Per Cerci è derby tra allenatori

© foto www.imagephotoagency.it

Milano sempre più nel futuro prossimo dell’esterno offensivo Alessio Cerci. Più che un duello tra dirigenze, quello che si sta profilando per l’ex granata pare essere un derby tra allenatori: infatti sia Mancini che Inzaghi lo hanno espressamente reclamato alle rispettive proprietà. Tuttavia non sono di profilo secondario le richieste che arrivano da Madrid per il classe ’87. I colchoneros per lasciarlo partire non sono disposti a scendere da una base di prestito oneroso a quattro milioni più diritto di riscatto obbligatorio fissato a 12 milioni. Un piatto minimo giustificato anche dall’esborso che l’Atletico ha attuato quest’estate, prelevando il giocatore dal Torino per 16,5 milioni. Nelle ultime ore l’Inter sembra aver operato il sorpasso sui cugini rossoneri, per i quali a gennaio sarà fondamentale trovare un rimpiazzo adeguato a Honda, impegnato col Giappone in Coppa d’Asia. Vicenda Cerci in continuo divenire e pertanto da seguire.

Articolo precedente
La 16esima visita di Berlusconi e i 23 convocati
Prossimo articolo
Nastasic, gli occhi delle milanesi sul talento serbo