Paradosso in difesa: 5 terzini destri e solo Theo Hernandez a sinistra

© foto Mg Milano 04/10/2020 - campionato di calcio serie A / Milan-Spezia / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: Emanuel Gyasi-Theo Hernandez

Il Milan in questa stagione disporrà di ben 5 terzini destri di ruolo e solo Theo Hernandez sulla corsia di sinistra

Il Milan in questa stagione disporrà di ben 5 terzini destri di ruolo: Davide Calabria, Andrea Conti, Pierre Kalulu, Diogo Dalot e Alexis Saelemaekers. Quest’ultimo verrà impiegato più spesso da esterno d’attacco, ma in carriera ha spesso giocato sulla linea di difesa (esordì proprio in quel ruolo anche in maglia rossonera).

Per quanto riguarda Kalulu, non è chiaro se l’intenzione del Milan è di aggregarlo in pianta stabile nella Primavera o portarlo il prima possibile in prima squadra. I rimanenti tre, invece, si contenderanno il posto da titolare.  Molto diversa la situazione a sinistra. Theo Hernandez è una certezza, ma senza di lui viene a mancare un mancino che possa sostituirlo con la stessa capacità di cross.

Le alternative sarebbero Calabria e Dalot, ma è chiaro che il piede invertito soprattutto sulla fascia di difesa non ha mai dato grandi frutto. Il caso De Sciglio in passato la dice lunga su come un destro spostato a sinistra possa garantire cross di prima intenzione. D’altra parte anche l’esperienza di Antonini è stata possibile per questioni tattiche: il terzino aveva compiti di copertura perché sulla stessa fascia agiva Ronaldinho, giocatore poco propenso a spirito di sacrificio lungo la fascia.