Connettiti con noi

Milan Women

Pagelle Verona Milan femminile: Thrige top, promossa tutta la squadra

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Pagelle Hellas Verona Milan femminile: i voti alle protagoniste del match valido per la dodicesima giornata del campionato di Serie A

Pagelle Hellas Verona Milan femminile: i voti alle protagoniste del match valido per la dodicesima giornata del campionato di Serie A

TOP: Bergamaschi, Thrige Andersen, Tucceri

FLOP:

I VOTI

Giuliani 6: Qualche uscita alta, ma l’estremo difensore rossonera non compie una parata, Hellas non pervenuto

Fusetti 6,5: Chiude i pochi pericoli offensivi della squadra avversaria. Gestisce con ordine e imposta alla perfezione.

Arnadottir 6,5: Molto bene la fase difensiva, stesso copione della numero 6 rossonera. Tenta di segnare il suo primo gol in maglia milanista su punizione.

Guagni 7: Recupera tanti palloni in difesa, dalle sue parti l’Hellas attacca raramente. Segna il suo primo gol in maglia rossonera (di schiena) ma tanto basta per un’altra buona prestazione, forse la migliore in queste prime tre gare con il Milan

Thrige Andersen 7,5: La migliore in campo per gli innumerevoli palloni recuperati a centrocampo. Tris di assist in una sola partita per la danese. Si crea spazi e attacca bene la profondità. On fire!

Adami 6,5: Ottima fase di interdizione. È lei a comandare la mediana. L’Hellas non ha mai la possibilità di giocare palloni puliti.

Grimshaw 6,5: Prestazione simile alla sua compagna di reparto. Bene nel palleggio, sta acquisendo sempre più consapevolezza nei propri mezzi.

Tucceri 7: Segna un grande gol, propizia la prima rete di Guagni con un buon cross dalla bandierina. Ci mette il cuore e la perfezione in ogni giocata.

Bergamaschi 7: Riscatta l’autogol di Frosinone, mettendo a segno la seconda rete nelle ultime tre gare tra Supercoppa e campionato. Imprendibile come al solito. L’Hellas ci capisce ben poco. Ganz la sostituisce per attivare il turnover.

Thomas 6,5: Due assist e un gol colorano una prestazione buona ma ricca di qualche errore sottoporta. Con l’Hellas va bene così, ma con la Samp servirà più lucidità e cattiveria negli ultimi 20 metri.

Longo 7: Prova di grande spessore per la numero 23 rossonera, che trova la via della rete e regala ampi spunti di qualità.

Stapelfeldt 6,5: Entra e segna dopo pochi minuti. Sfiora la doppietta su punizione nel finale. Lotta spalle alla porta. Buone risposte della svizzera dopo essere rimasta out per la positività al Covid.

Selimhodzic 6,5: Offre una prestazione di qualità, eccellente in entrambe le fasi. Piedi delicati e intelligenza tattica impressionante. È una 2003. Il futuro è tutto suo.

Miotto 6: Qualche minuto per l’ex Empoli e un paio di spunti interessanti. Le servirebbe costanza.

Cortesi 6: Anche per l’ex Orobica una quindicina di minuti per mostrare le proprie doti tecniche.

Piemonte 6: Sfiora la sua prima rete con il Milan con una bella incornata, che ha ingolisito i fotografi, protegge il pallone aiutandosi con la propria struttura fisica.

Ganz 7: Il Milan travolge l’Hellas Verona con una prestazione pressoché eccellente. Squadra cinica, aggressiva sin da subito, bella da vedere. È anche vero che l’avversario non è mai stato all’altezza della situazione (venete non pervenute e con tasso di difficoltà morbido), ma nulla toglie alle sue ragazze uno 0-6 di forza: in gol sei marcatrici diverse, mai nessuno come il Diavolo. Ora la Samp per confermare le ultime convincenti performance tra Supercoppa e Serie A.

Advertisement
Advertisement

Focus sul Milan femminile

Advertisement

TV ROSSONERA

Advertisement