Connettiti con noi

News

Nuovo Milan da gennaio 2022: ecco i nomi

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Manca poco più di un mese a gennaio, ma il calciomercato fa già parlare di sé. Il Milan si attrezza a cambiare le carte in tavola, mantenendo alcuni giocatori, lasciandone andare altri e – ci si augura – valorizzandone alcuni che per un motivo o per un altro hanno avuto poco spazio in campo.

Due giocatori da lasciare andare

Nei piani di Maldini e Massara, la rosa dei giocatori rossoneri non andrebbe completamente rivista: è tuttavia certo che alcuni giocatori andranno lasciati andare, perché non rientrano nelle strategie pensate per il nuovo anno. Tra questi, i nomi che si impongono sono quello di Andrea Conti, il cui contratto è in scadenza a giugno e che evidentemente non otterrà un rinnovo, e quello di Samu Castillejo. Quest’ultimo rientrerà nella rosa del Genoa, poiché il suo tecnico – Shevschenko – sembra vedere nel quasi ex rossonero un ottimo completamento per la propria squadra.

Il rinnovo di Kessie al Milan

Quello del rinnovo di Frank Kessie è un capitolo estremamente delicato, nonché lungo: le trattative per il rinnovo del contratto sotto la direzione di Maldini e Massara sembrano proseguire ancora, ma le speranze si fanno sempre più misere. Il rischio è quello di vederlo andarsene a metà stagione, ma solo a patto che il Milan e lo stesso giocatore ottengano un’ottima proposta da un altro club. In caso contrario, è logico supporre che lo stesso Kessie decida di restare fino a maggio, proseguendo tutta la stagione con i rossoneri, seguendo il ragionamento che fece a suo tempo il portiere Donnarumma.

Le lusinghe del Milan a Sanches

Proprio per evitare un addio spiacevole e a senso unico, come quello del portiere della nazionale, Donnarumma, il Milan avrebbe già messo le mani su un giocatore che Maldini segue ormai da tempo: il portoghese Renato Sanches. Attualmente sotto contratto con i vincitori del campionato francese, Sanches è preda ambita da più di mezza Europa, dal Liverpool fino al Real Madrid; eppure, sembra proprio che sarà il Milan a spuntarla e ottenere l’ambito giocatore.

Certamente, la spesa non sarà indifferente: già il Bayern Monaco aveva pagato 40 milioni per averlo nelle proprie file; il Lilla – squadra per cui attualmente gioca il portoghese – chiede adesso 35 milioni, lasciando che il corteggiamento da parte di Arsenal, Roma, Juventus e lo stesso Milan prosegua; il Milan si augura che il prezzo possa calare, ma di sicuro dire addio a Kessie e fare entrare Sanches varrà la spesa. Nel frattempo, le quote presso i bookmakers italiani con bonus immediato seguono con attenzione ogni segno e movimento del calciomercato, cercando di prevederne gli esiti.

Nuovo ingresso a centrocampo

Il Milan segue da tempo anche un giocatore centrocampista paraguaiano, già definito come una promessa del calcio mondiale: Hugo Cuenca, già oggetto delle attenzioni del Milan in Estate, ha firmato il contratto con i rossoneri. Sembra che le trattative siano state oggetto di uno stallo dopo agosto, quando mancava soltanto la firma del giocatore sui documenti che avrebbero segnato il suo ingresso nel team rossonero.

Adesso, tuttavia, sembra che le esitazioni – se ce ne sono davvero state – siano state lasciate alle spalle definitivamente: il Deportivo Capiatà ha venduto Cuenca per 400mila euro al Milan; il contratto – stando alle indicazioni del giornalista di mercato Nicolò Schira – avrebbe valenza triennale, lasciando intendere che i rossoneri avranno il centrocampista paraguaiano in squadra almeno fino al 2024.

Due giocatori in panchina

Il team rossonero conta, infine, un paio di giocatori che hanno visto il campo molto raramente. Si tratta di Matteo Gabbia, che è stato in campo poco meno di 60 minuti contro il Venezia, e Pietro Pellegri, che totalizza lo stesso tempo di Gabbia, ma diviso su tre partite diverse (contro Venezia, Spezia e Atalanta). Non sono previsti addii per nessuno dei due giocatori, che resteranno ancor nella squadra, augurandosi probabilmente di ottenere nuovo spazio nella seconda metà della stagione.