Milan, Napoli ed il tabù Sarri: serve una svolta

sarri gazzetta napoli milan
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan ed il tabù Sarri: il sito ufficiale del club rossonero rispolvera dei dati tutt’altro che esaltanti nel confronto diretto

Milan-Napoli è una partita crocevia della stagione per entrambe le squadre: i rossoneri devono vincere per cercare di limare il ritardo dal quarto posto e mettere al sicuro un posto in Europa League. I partenopei, invece, cercheranno di non perdere punti rispetto alla Juventus, impegnata nel tardo pomeriggio contro la Sampdoria. Il Milan, nella consueta edicola mattutina, parla così del tabù Sarri: «Stagione 2014-15: Milan-Empoli, due pareggi. Poi due stagioni e mezza di Milan-Napoli: un pareggio e quattro sconfitte. È questo quello che ha ottenuto il Milan, dal 2-2 di Empoli del settembre 2014 contro Maurizio Sarri. Non un bottino esaltante per i rossoneri che persero anche nel 2007 in Coppa Italia una gara contro il tecnico toscano: il ritorno Arezzo-Milan 1-0, dopo la vittoria dell’andata per 2-0 a San Siro. L’ultima volta che il Milan ha battuto il Napoli, c’era Rafa Benitez in panchina. Tutto questo basta per accrescere stimoli, intensità e concentrazione».

Per portare a casa i tre punti serve una prestazione maiuscola: il Milan lo sa e i precedenti rendono ancor più chiaro di come Sarri abbia saputo sempre ingarbugliare il gioco dei rossoneri.

Articolo precedente
FassoneRifinanziamento debito Milan, il viaggio di Fassone a Madrid
Prossimo articolo
Suso CalhanogluMilan-Napoli, la promessa di Suso e l’elogio a Gattuso