Milan, sfumato Veretout si punta a Lovren: trattativa in corso

Lovren
© foto www.imagephotoagency.it

Milan, Veretout è già il passato, Maldini ora si concentra su Lovren del Liverpool, trattativa complicata ma non impossibile

Milan su Lovren, ancora una pista viva per arrivare al giocatore classe 1989, non potrebbe essere diversamente dopo la decisione di Veretout di accettare l’offerta della Roma. Affare sfumato dunque, l’ennesimo di questa estate, come sottolineato questa mattina da Gazzetta dello Sport, in relazione a Sensi, Kabak e ora Veretout appunto. Seguire la pista Lovren appare ora doveroso, la strada che porta al croato del Liverpool è ancora percorribile anche se complicata.

LA GIORNATA DI IERI- Intanto nella giornata di ieri, Vlado Lemic, intermediario che cura gli interessi di Dejan Lovren è giunto a Casa Milan per trattare con Massara e Maldini i dettagli di un suo possibile trasferimento in rossonero. Il difensore centrale croato del Liverpool guadagna oltre 5 milioni a stagione ai Reds, cifra troppo alta secondo la dirigenza rossonera che starebbe lavorando affinché il Liverpool possa accollarsi circa metà dell’ingaggio.

POSSIBILITÀ PRESTITO- Per il resto la trattativa con il club inglese procede al ribasso con il Liverpool che potrebbe anche accettare una richiesta di prestito con diritto di riscatto da parte della società rossonera. L’incontro tra Lemic e la dirigenza del Milan è durato circa un’ora, filtra ottimismo tra l’entourage assoldato da Elliott. L’altro nome attualmente sulla lista di Frederic Massara è quello di Matija Nastasić, mentre sembra allontanarsi l’obiettivo German Pezzella considerato troppo costoso.

VERETOUT ALLA ROMA- Come detto e come riportato questa mattina dalle maggiori testate, Veretout ha scelto la Roma come prossima destinazione: 19 milioni di euro per il suo cartellino, il resto per Mancini, totale 45 milioni di euro investiti dai giallorossi per il doppio colpo. Questi i dati riportati da Gazzetta e sottoscritti dal Corriere, con la Viola che sembrava intenzionata ad accettare offerte solo dai 20 milioni in su. Determinante potrebbe essere stato il parere del giocatore.