Milan Club Kosovo, alla scoperta di una grande passione per i rossoneri

© foto @ Milan Club Kosovo Facebook

Milan Club Kosovo, scopriamo la passione dei tifosi kosovari per i colori rossoneri con un’intervista esclusiva

La sfida tra Feronikeli e Milan ci ha aperto gli occhi sul seguito che i rossoneri hanno anche all’estero. Nella penisola balcanica, ed in particolar modo in Kosovo e Albania, il Milan è ancora amato come ai grandi fasti del passato. Abbiamo fatto un viaggio all’interno di un Milan Club in Kosovo per vedere quanto sia forte l’attaccamento delle persone ai nostri colori. La partita di sabato è stata l’occasione per scoprire un mondo rossonero fatto di passione e di partecipazione seppur a distanza. Ecco l’intervista in esclusiva di Milannews24 ad uno dei responsabili del Milan Club Kosova

Voi siete uno dei tanti Milan Club in Kosovo. Ci sono tanti tifosi rossoneri nel vostro paese?

«Il Milan è tra i club con più tifosi in Kosovo. Anche chi non è tifoso conosce la storia del Milan e quasi in ogni famiglia c’è almeno un tifoso rossonero. I bambini parlano delle 7 Champions League o del rigore di Shevchenko contro la Juventus e delle finali contro il Liverpool, ma allo stesso tempo anche gli adulti parlano ai bambini dei tempi di Sacchi e Capello. Ricorderemo sempre il trio olandese e il 4-0 contro il Barcellona. Probabilmente alcuni tifano Milan perché la bandiera albanese ha gli stessi colori e il lo stesso Kosovo aveva questa bandiera fino all’indipendenza del 2008».

Cosa avete provato a vedere il Milan dal vivo?

«Non appena abbiamo sentito dell’amichevole non ci abbiamo creduto fino a quando circa 10 giorni il Milan ha ufficializzato l’evento. Eravamo molto felici nel corso della partita, per alcuni si avverato un sogno. Non tutti hanno la possibilità di andare a vedere il Milan a San Siro. La partita era un’amichevole, ma abbiamo fatto il tifo come se fosse stato un derby. Ci tenevamo a far capire alla squadra che in Kosovo ci sono tanti tifosi».

Cosa pensate dei nuovi acquisti?

«Il Milan ha investito tanto per alcuni giovani, forse non ancora top players ma senza dubbio di qualità e perfetti per Giampaolo. L’importante è che lottino fino all’ultimo minuto per la maglia».

Giampaolo è l’uomo giusto per questo Milan?

«Giampaolo ha molta esperienza. È l’uomo giusto per far fare il salto di qualità, per costruire delle basi e aprire la strada verso futuri successi. Anche se è troppo presto per parlare…si vedono già progressi nel gioco».

Quali sono i giocatori più acclamati in Kosovo?

«Tra gli attuali sono molto acclamati Romagnoli, Suso, Calhanoglu e Piatek e Gigio. Speriamo che rimangano tutti il più a lungo possibile».