Connettiti con noi

News

Milan Atletico: Bennacer, Tomori e Leao, il diavolo riparta da qui

Pubblicato

su

Milan Atletico: i rossoneri perdono immeritatamente con i Colchoneros. Ecco i tre migliori del match. Il diavolo riparta da loro

Nonostante la sconfitta di ieri sera, in Milan Atletico è difficile trovare qualche giocatore rossonero ampiamente sotto la sufficienza. Il ritorno del diavolo in Champions League a San Siro, dunque, è stato reso amaro per via delle decisioni scellerate prese dal fischietto turco Cakir (che non è nuovo a questo tipo di maltrattamento nei confronti delle italiane). Pioli però deve ripartire dalle certezze di un gruppo più unito che mai, solido e convinto. Ma oltre al collettivo, la scena ieri sera è stata presa da alcune individualità rossonere che hanno brillato (e stanno brillando in questo avvio di stagione) nella notte europea: si parla infatti di Ismael Bennacer, Fikayo Tomori e Rafael Leao.

L’algerino, eletto MVP del match, è stato monumentale in mezzo al campo. Dopo i problemi legati agli infortuni muscolari, il Covid che lo aveva buttato a terra durante la preparazione, Bennacer sembra aver trovato pienamente la forma e luccica visibilmente in mediana insieme a Sandro Tonali, per il quale sono già state spese molte lodi per questo inizio di stagione. Ieri sera, il centrocampista rossonero ha retto l’urto avversario da solo: ha corso per due, ha recuperato una marea di palloni potenzialmente pericolosi e ha gestito il ritmo della manovra con maestria, eleganza e precisione. Qualche tifoso, fuori dallo stadio, lo ha addirittura paragonato a Kanté (relativamente alla prestazione di serata ovviamente). La crescita di questo ragazzo nel giro di tre anni è davvero un orgoglio, proprio perché nel suo percorso ha incontrato molti ostacoli di natura fisica, ma lui non si è mai arreso e adesso, salvo nuovi imprevisti, il popolo milanista può godersi il suo faro di centrocampo.

Da segnalare, invece, l’ennesima prestazione di Fikayo Tomori che ormai non fa più notizia. Quando arrivò al Milan a gennaio, si intuiva che non fosse qui solo per fare la riserva e difatti, ha confermato le sensazioni convincendo tutto l’ambiente rossonero. Il difensore inglese ieri ha annullato Suarez e ha dominato l’area di rigore con una sicurezza ed una tranquillità da campionissimo. Il pallone negli ultimi 16 metri era sempre suo, sembrava quasi una calamita per il cuoio della sfera. Non è assolutamente azzardato dire che Tomori è al momento nella top 3 dei difensori di Serie A e, forse, è un pelo più avanti anche dei suoi colleghi più rinomati quali De Ligt e Skriniar. Ai rossoneri è costato solo 28 milioni.

Infine, non si può non menzionare la prova di Rafael Leao. Il ragazzo forse ha capito che il Milan è una questione di responsabilità e, come tale, va presa sul serio. Fino a questo momento, il portoghese non ha ancora sbagliato una partita e questa è ovviamente una piacevole novità per Pioli, che gli ha sempre rimproverato di non essere costante. Che dire, il gol è un gioiello: tiro da fermo sul secondo palo, imprendibile. Un colpo che Rafa ha nelle corde, vista anche la rete siglata contro la Lazio. Ancor più luccicante è la rovesciata con cui stava facendo crollare San Siro: la sua prodezza si stampa sulla traversa e se fosse entrata sarebbe stato un gol stupendo oltre che regolarissimo, visto che il portoghese era in linea con la difesa spagnola, ma il direttore di gara e i suoi assistenti (tanto per cambiare) hanno assegnato il fuorigioco.

Oltre a loro, ci sarebbe da parlare per ore anche di altri come Tonali, Theo che finalmente sembra in ripresa, Calabria. Insomma, Stefano Pioli deve essere consapevole che questo gruppo quest’anno ha qualcosa in più dello scorso anno e la consapevolezza, unita alla qualità e alla determinazione, può farti raggiungere qualsiasi risultato.

Milan News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 48 del 07/09/2021 – Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. – PI 11028660014 Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a A.C.Milan S.p.A. Il marchio Milan è di esclusiva proprietà di A.C. Milan S.p.A.