Maldini: «Volevo diventare come Baresi, Zanetti era immarcabile»

ronaldo esalta maldini weah van basten
© foto www.imagephotoagency.it

Paolo Maldini ha rilasciato alcune dichiarazioni prima dell’inizio del derby. Elogio per il nerazzuro Javier Zanetti

Manca davvero poco all’inizio del derby che potrebbe dare una scossa alla classifica della vincente. San Siro è strapieno per il grande evento tanto atteso e sentito da entrambe le tifoserie. Allo stadio è già arrivato anche Paolo Maldini che ha Sky ha parlato delle emozioni della stracittadina: «Da calciatore ho realizzato tutti i miei desideri e ora che sono dirigente l’ansia è piacevole. Zanetti era un capitano, un giocatore sempre leale. La fascia la vedo come il coronamento di un processo» – ha detto il direttore sportivo del Milan.

Maldini ha sempre speso belle parole per l’avversario di mille battaglie Javier Zanetti. I due capitani sono stati un esempio di correttezza e lealtà in campo per vent’anni. «Speravo di diventare come Baresi, un punto di riferimento. Ho avuto la possibilità e la fortuna di farlo. Marcare Zanetti era impossibile. Non ci pensavo nemmeno a togliergli il pallone. Ad un certo punto temporeggiavo e poi lo lasciavo andare» – ha concluso l’ex difensore rossonero a Sky Sport. Sicuramente un bel modo per onorare l’argentino nonostante l’accesa rivalità tra le due squadre milanesi.

Articolo precedente
IcardiInter-Milan 1-0, gol e highlights – VIDEO
Prossimo articolo
Higuain e CalabriaInter-Milan 1-0, pagelle e tabellino