Maldini: «Non esiste altro oltre il Milan». E Elliott lo chiama

ronaldo esalta maldini weah van basten
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo che si è ufficialmente conclusa, drammaticamente, la gestione cinese di Yonghong Li il Milan guarda subito al futuro e tra le sicure mani di Elliott programma la prossima stagione: Paolo Maldini è ad un passo dal ritorno in rossonero

Non smettono di susseguirsi i ribaltoni e le sorprese societarie in casa Milan. Lo scorso 6 luglio il club di via Aldo Rossi è ufficialmente scivolato dalle mani di Yonghong Li, incapace di restituire i 32 milioni anticipati da Elliott, per finire in quelle del fondo americano. Ora che il Milan è sotto l’ala protettiva di un ente sicuro e solido si può guardare con più ottimismo al futuro e iniziare una seria programmazione. Tra i progetti in ballo ce n’è uno che fa sognare i tifosi rossoneri:  Secondo quanto riferisce l’edizione online de Il Giornale, la Paolo Maldini sarebbe vicinissimo ad un ritorno in società, grazie all’imminente passaggio del club nelle mani di Elliott, con cui l’ex storico capitano rossonero pare abbia un accordo totale: dovrebbe ricoprire il ruolo di responsabile dell’area tecnica, con voce in capitolo anche sul calciomercato.

Lo stesso Maldini ha recentemente risposto ad alcune domande che gli sono state poste da chi gestisce l’International Champions Cup. Sul profilo ufficiale Twitter del famoso torneo estivo è stato pubblicato il video con l’intervento della bandiera rossonera.

COS’HA IMPARATO DAL MILAN? – «Impegno, sacrificio e amore»

COME SAREBBE STATO SENZA IL MILAN? – «Difficile da dire perché sono nato a Milano, poi mio padre era giocatore e capitano del Milan quindi per me non esisteva altra squadra»

 

Articolo precedente
Milan, Halilovic: «Un onore indossare questa maglia, ho già giocato da mezzala»
Prossimo articolo
Milan, giovedì il nuovo cda e il 21 l’assemblea: ecco i cambi in programma