Maldini cambia idea, si va verso il no ad Elliott

ronaldo esalta maldini weah van basten
© foto www.imagephotoagency.it

Elliott e Paolo Maldini sembrano lontani dal raggiungere un accordo. L’ex rossonero vuole più poteri

Elliott sta lavorando lungo due direttive. La prima è l’immissione di capitali nelle casse rossonere per ripianare i debiti e finanziare le prossime spese. La seconda è la riorganizzazione del quadro dirigenziale. In questo senso, sembravano avanzati i dialoghi con Paolo Maldini per un reinserimento in società, ma nelle ultime ore giungono voci su novità clamorose.

CAPITANO – Nei giorni scorsi secondo alcune indiscrezioni l’ex numero tre milanista sarebbe stato contattato dal fondo americano per ricoprire il ruolo di direttore sportivo o direttore tecnico. Elliott però non sembra convinto nell’affidare un ruolo così delicato ad un inesperto del settore. L’ex difensore, a differenza di altri rossoneri come Albertini, non è mai stato direttore sportivo. Ecco allora una soluzione di compromesso che non è stata molto gradita da Maldini. Elliott avrebbe offerto una posizione come quella di Javier Zanetti all’Inter (vicepresidente, ma soprattutto con un ruolo mediatico e di coordinazione fra campo e dirigenza). L’ex capitano non avrebbe gradito questo ruolo di facciata e avrebbe già declinato l’offerta. Nei prossimi giorni Elliott renderà pubblico il proprio programma di ristrutturazione societaria e potremmo assistere a nuove nomine.

Articolo precedente
FassoneFassone salvato momentaneamente da Elliott: ecco come cambia la dirigenza del Milan
Prossimo articolo
Milan, Fassone e Mirabelli per progettare il mercato: ecco la situazione