Connettiti con noi

News

Maldini: «Al Milan ammiravamo il riscaldamento di Maradona»

Pubblicato

su

Il direttore tecnico rossonero è intervenuto a pochi minuti dall’inizio di Lille-Milan. match valido per i gironi di Europa League

Paolo Maldini è intervenuto ai microfoni di Sky Sport nel pre-partita di Lille-Milan. Queste le sue parole:

Su Maradona – «E’ dura. Per chi ha amato il calcio è sparito un pezzo della propria infanzia e passione. La gioia che ha portato al calcio. Quando gioca quell’amichevole ad Acerra sul fango è un’immagine straordinaria. E’ passione allo stato puro»

Sul ricordo di Maradona – «L’ho sentito per messaggio poco dopo il suo compleanno. Sembrava stesse meglio. In campo è stato un avversario incredibile. Difficile considerarlo un nemico. Non reagiva mai alle botte, dava una gioia indescrivibile agli amanti di questo sport. Era un personaggio controverso, ma per chi ama il calcio sarà sempre un’icona»

Sul Napoli di Maradona – «Era il nostro avversario principale. La squadra più forte insieme a noi. Avevano una grande squadra e Diego era il migliore giocatore di sempre»

Sulla consapevolezza – «La consapevolezza ce l’abbiamo, ma non siamo perfetti. Sappiamo che incontriamo la squadra più forte del girone insieme a noi. Abbiamo lottato troppo per non passare questo turno. Abbiamo sofferto tanto e fatto una lotta incredibile»

Sull’assenza di Ibra – «Ibra ci ha dato una svolta, è importantissimo ma questa squadra ha tante altre cose buone. Possiamo essere competitivi anche senza di lui. Oggi però sono fuori anche Leao e Alexis. Abbiamo però già dimostrato di poter fare a meno di lui. Dobbiamo migliorare. Oggi non è ancora decisiva ma è importante. Questi ragazzi sono cresciuti. E’ la prova più importante e difficile, ma siamo arrivati ad oggi con tanti aspetti positivi»

Su Maradona – «I gesti tecnici di Maradona sono straordinari. Il riscaldamento contro il Napoli si faceva in una palestra unica e tutti noi guardavamo il suo riscaldamento».