Leonardo e Maldini smontano il Milan cinese: via André Silva

andre silva
© foto www.imagephotoagency.it

André Silva oggi finalizzerà il proprio trasferimento al Siviglia: prestito con diritto di riscatto fissato a 35 milioni per il centravanti portoghese

Il Milan americano taglia totalmente col passato anche sul fronte calciomercato: dopo la cessione ufficiale di Kalinic all’Atletico di Madrid e quella di Bonucci alla Juventus oggi sarà il turno di André Silva. Il centravanti portoghese è atteso oggi in Spagna per le visite mediche con il Siviglia, club nel quale disputerà la prossima stagione trasferendosi in prestito con diritto di riscatto fissato a 35 milioni. Una formula che ambivalente che, a meno di grandi exploit da parte dell’attaccante lusitano, gioverà enormemente al Milan perché se il Siviglia al termine del prossimo campionato non dovesse decidere di riscattarlo riconsegnerà in rossonero un attaccante quanto meno valorizzato rispetto alla passata infausta stagione. Nel caso in cui, invece, gli andalusi dovessero spendere i 35 milioni utili ad acquisirne il cartellino per il Milan non si tratterà di minusvalenza avendo speso la scorsa estate, sotto la gestione cinese di Mirabelli, praticamente la stessa cifre (38 milioni) per strapparlo al Porto.

Una casella in più che si libera dunque sul fronte d’attacco con ora il solo Carlos Bacca, terza punta presente in rosa, dal sempre dubbioso destino: il centravanti colombiano non ha ancora ricevuto l’offerta giusta nonostante il lungo corteggiamento del Villarreal e a questo punto del calciomercato potrebbe anche restare per essere utilizzato in una delle tre competizioni che il Milan andrà a disputare nella prossima stagione. Tra i reparti invece ancora da sfoltire c’è sicuramente il centrocampo con i nomi di Jose Mauri, Locatelli e Montolivo tra i più papabili a lasciare Milanello nella prossima settimana.

Articolo precedente
ReinaCalciomercato, la presentazione di Reina e Strinic
Prossimo articolo
Maldini LeonardoMilan, le parole dei dirigenti: Suso resta, Bakayoko arriva, Savic forse