La maledizione del 9, Pippo Inzaghi prova a sfatarla

Filippo Inzaghi
© foto www.imagephotoagency.it

Filippo Inzaghi è stato l’ultimo vero numero nove del Milan. Poi solo esperienze negative per tanti attaccanti rossoneri passati da Milanello

Se soltanto ci fosse un Pippo Inzaghi in squadra…questo è il sogno di ogni tifoso milanista che da anni è costretto ad accettare attaccanti che non ricordano nemmeno lontanamente l’amato Superpippo. Forse Inzaghi non sarà il migliore allenatore del mondo – l’esperienza al Milan non è stata per nulla felice – ma di certo è stato uno dei più grandi centravanti della storia del calcio. Il gol si è innamorato di lui e non lo ha mai abbandonato per tutta la carriera. Un ricordo su tutti? La finale di Champions League di Atene quando il bomber siglò una splendida doppietta di rapina, da vero uomo d’area di rigore.

Poi la maglia numero nove del Milan è passata di mano per ben 9 volte in 10 anni. Torres, Matri, Destro, Luis Adriano e tanti altri fino allo sciagurato Higuain, arrivato con gli abiti del supereroe e fuggito codardamente dopo nemmeno sei mesi. A Sky Sport Inzaghi ha commentato la situazione attuale del Milan e la maledizione della maglia numero nove:

«Io voglio solo bene al Milan. Non so come possano sconfiggere la maledizione, ma spero trovino presto un 9 che si tolga le mie stesse soddisfazioni. Faccio fatica però a pensare anche al 9 loro. Da fuori non saprei cosa dire: Higuain mi è sempre piaciuto, bisognerebbe chiedere a lui. Io penso al Bologna con il mio staff e i miei giocatori».

Articolo precedente
borini-esultanza-milanBorini, dopo la mancata cessione inizia una nuova avventura al Milan
Prossimo articolo
Genoa, Prandelli convoca il nuovo acquisto Pezzella