La decima difesa diversa va in scena all’Olimpico

© foto www.imagephotoagency.it

Con quella di stasera saranno 10 le difese diverse con cui il Milan è sceso in campo in queste 16 giornate di campionato. A sottolinearlo il Corriere dello sport – stadio che presenta un’altra retroguardia inedita composta da Bonera a destra e Armero a sinistra affiancati da Mexes e Zapata centrali, segno delle continue emergenze difensive alle quali deve andare incontro Inzaghi.

Dovendo sempre fare i conti con qualcuno che non c’è diventa così preziosa la panchina dove siederanno pure gli inutilizzati Zaccardo ed Albertazzi insieme con il recuperato Alex. Cambiare frequentemente il reparto difensivo non sempre ha dato buoni esiti considerato che la squadra ha sofferto particolarmente i calci piazzati, con riferimento agli angoli. Il quartetto difensivo più volte schierato (in quattro occasioni) è stato quello formato da Abate, Alex, Rami e De Sciglio ma ad aver reso maggiormente è il recente Bonera-Rami-Mexes-Armero che nelle ultime tre partite ha messo insieme due vittorie contro Napoli ed Udinese, entrambe per 2-0 a San Siro, perdendo al contempo una sola volta a Marassi contro il Genoa, per giunta prendendo un gol sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Tra le altre cose alcuni giocatori sono anche adattati in certi ruoli come Bonera da centrale a esterno sia destro che sinistro e non va messa in secondo piano neanche la situazione contrattuale prossima alla scadenza nella quale rientrano lo stesso Bonera, Abate, Mexes ed Armero, quest’ultimo comunque in prestito dall’Udinese. Basta con le emergenze…

 

Articolo precedente
Panucci: “Gara aperta ma vince la Roma”
Prossimo articolo
Settore giovanile Milan: le ultime due gare del 2014