Krunic is the new Kucka: le somiglianze sono tante

© foto www.imagephotoagency.it

Krunic per certi versi somiglia a Kucka. Ecco le caratteristiche in comune tra i due giocatori del passato e del futuro del Milan

Rade Krunic al momento risulta essere l’unico acquisto dei rossoneri. Il bosniaco è arrivato in maniera inaspettata e andrà a rinforzare un reparto che dal 30 giugno farà a meno Riccardo Montolivo, José Mauri, Andrea Bertolacci e Tiemoué Bakayoko. L’operazione,  condotta da Paolo Maldini con l’aiuto di Zvonimir Boban, è stata avvallata da Marco Giampaolo (allenatore del giocatore ai tempi di Empoli).

Krunic potrebbe essere una sorta di nuovo Kucka nel centrocampo milanista. Non solo per via di quella K iniziale e di quella corporatura che rimandano all’attuale giocatore del Parma. E non solo per lo stesso numero di maglia, il 33 che appartenne in passato proprio a Kucka. Il pupillo di Giampaolo è una mezzala abile negli inserimenti e con un buon tiro dalla distanza. Forte nel gioco aereo e nei contrasti, è in grado di destreggiarsi tra le linee e in azioni in verticale.

Uno dei suoi punti di forza, come per Kucka, è la duttilità che gli permette di giocare da mezzala destra o sinistra o all’occorrenza da esterno e trequartista. È un giocatore carismatico, un lottatore che sicuramente saprà sopperire ai limiti tecnici con il carisma e l’impegno.