Juventus-Milan, Allegri perde i pezzi: dopo Chiellini si ferma anche Alex Sandro

© foto www.imagephotoagency.it

Sono diversi gli infortuni in casa bianconera, le nazionali evidentemente non fanno bene, dopo Chiellini si ferma Alex Sandro, da valutare l’entità del danno

Guai in vista per Massimiliano Allegri che dopo Chiellini rischia di perdere anche Alex Sandro, l’esterno bianconero in allenamento con la nazionale brasiliana, in preparazione alla gara con la Russia, si è infortunato alla coscia destra, quasi sicuramente si tratta di un problema muscolare che verrà valutato in maniera imminente dallo staff della nazionale brasiliana.  Intanto anche Giorgio Chiellini ha lasciato il ritiro  azzurro ed è dunque a rischio per la gara con il Milan in programma sabato 31 Marzo. Allegri ovviamente preferirebbe averlo nelle migliori condizioni per l’andata dei quarti di Champions con il Real Madrid, il 3 aprile all’Allianz Stadium. Non un buon momento in casa bianconera, Allegri dovrà fare della propria serenità una virtù di squadra, il pareggio di Ferrara ha rimischiato un po’ le carte in campionato, i recenti infortuni hanno invece sovvertito le gerarchie per quanto riguarda Juventus-Milan, in termini di freschezza atletica e mentale. La Juve dunque oltre al Napoli che spinge dovrà fare i conti con l’incombere della Champions e degli infortunati come ad esempio Mandzukic non al meglio e Cuadrado, oltre a quelli già citati. Cuadrado è in lotta con il dolore dopo l’operazione per superare la pubalgia e Bernardeschi resta in attesa di un responso sull’eventuale operazione al ginocchio.

Il momento sembra propizio per dare una spallata alla squadra bianconera, mancano ancora 10 giorni alla gara di Torino, per quanto riguarda gli infortuni bisognerà valutare i tempi di recupero mentre sull’aspetto psicologico molto dirà la stanchezza per i rientri dalle nazionali ( cosa che vale anche per il Milan) e il Real alle porte, vero obbiettivo della squadra di Allegri.

Articolo precedente
GattusoMilan, necessario intervenire sul mercato: con Gattuso bilancio positivo ma serve di più
Prossimo articolo
Kalinic GattusoKalinic, ultima occasione: cambio di rotta oppure sul mercato già in estate