Infortunio Rebic: la lussazione del gomito è una delle più dolorose

© foto Ante Rebic ha rimediato la lussazione del gomito sinistro

L’attaccante croato ha riportato la lussazione del gomito sinistro; il dolore è semplicemente insopportabile, molto più che alla spalla

Quante volte sarà capitato di vedere calciatori (e atleti in generale, ndr) con una lussazione della spalla subito ridotta dal medico per poi rientrare prontamente in campo; la lussazione della spalla, per quanto dolorosa, è di più facile gestione, specie nell’immediato. Discorso diverso per la lussazione del gomito, un’articolazione molto più dura e difficile da ‘far uscire fuori’, come si dice in gergo.

Per questo motivo, il dolore che provoca l’uscita del gomito dalla sua sede (e chi vi scrive l’ha provato sulla propria pelle, ndr) è di gran lunga superiore rispetto alla spalla e, soprattutto, è più complicata la sua riduzione (ossia il riposizionamento in sede delle ossa, ndr). Ante Rebic ha riportato la lussazione del gomito sinistro nella sfida di Crotone. Il croato stesso si è immediatamente reso conto della gravità dell’infortunio perché ha sentito qualcosa all’interno del braccio che si spostava in maniera innaturale ed è schizzato via dritto negli spogliatoi. Lo staff medico rossonero ha provveduto immediatamente a ridurre la lussazione ma adesso non resta che aspettare; il rischio, infatti, è che possa lussarsi nuovamente se non si prendono gli accorgimenti del caso come immobilizzare l’articolazione (anche facendo ricorso al gesso, ndr) per diversi giorni prima di iniziare il trattamento vero e proprio per ripristinare le funzionalità tendineo-legamentose, sottoposte a notevole stress.