Il futuro di Ibrahimovic: più addio che permanenza, ma c’è da ascoltare Rangnick

Ibrahimovic
© foto Zlatan Ibrahimovic pronto al rientro in campo

Il destino di Ibrahimovic con l’addio di Maldini e Boban sembra sempre più scontato: per il centravanti svedese c’è tuttavia una variabile

Nelle scorse ora vi abbiamo raccontato di un destino ormai segnato per Zlatan Ibrahimovic che con la partenza delle due figure che più di tutte l’hanno voluto riportare al Milan (Boban e Maldini) sembrerebbe sempre più lontano dalla permanenza.

A dire il vero però la variabile principale potrebbe essere rappresentata da Rangnick: all’allenatore tedesco, che s’insedierà al Milan nella prossima stagione, spetterà la decisione di provare o meno a convincere il centravanti svedese a restare in rossonero ponendolo al centro del progetto.