Higuain, il fratello è a Londra: prossime ore decisive

Higuain
© foto www.imagephotoagency.it

Higuain a Londra, al momento Nicolas e non Gonzalo, obiettivo incontrare Sarri ed i vertici del Chelsea per il trasferimento

Higuain le prime pagine odierne dei maggiori quotidiani nazionali sono tutte per lui, a casa Milan tiene sempre banco la situazione che ormai si è trasformata in caso, dopo le parole di Leonardo, le quali avrebbero scatenato una reazione importante da parte del bomber argentino. I rossoneri ovviamente non vorrebbero lasciarlo partire a gennaio in assenza di sostituti all’altezza, nonostante i nomi di Morata e Martial. Secondo quanto riportato da Tuttosport, la Supercoppa in Arabia Saudita sarà un’occasione di incontro per Milan e Juventus, dal quale si farà il punto, sperando che non sia già troppo tardi. Juve contraria ad un altro prestito, piuttosto riprenderlo in squadra ma a quel punto qualcuno dovrebbe partire, anche se al momento è difficile pensare che qualcuno di importante possa lasciare Torino, per favorire il rientro di un giocatore che in bianconero ha già dato.

IL FRATELLO A LONDRA – Come detto e come risaputo, l’attaccante argentino non avrebbe gradito le ultime parole di Leonardo nei suoi confronti. Intanto, come si legge sulla Gazzetta dello Sport, il fratello-agente Nicolas si trova a Londra già da paio di giorni, aspettando un segnale importante dal Chelsea. Sarri lo accoglierebbe a braccia aperte, ma in questo caso è  Abramovich a non esser convinto dell’operazione, ovvero investire una cifra così importante in termini di cartellino ed ingaggio per un giocatore che molto probabilmente il suo massimo lo ha già dato.

NUMERI CONTRO- L’Abramovich pensiero si sposa perfettamente con i numeri dell’attaccante rossonero che in questa prima parte di stagione ha mostrato più nervosismo che efficacia, partendo bene con in goal importanti per poi perdersi proprio durante la gara con la Juventus, con quell’espulsione che gli costò due giornate di squalifica nel momento in cui il Milan aveva più bisogno di lui, dati i tanti infortuni. La Juve attende e non fa sconti, il Milan invece spera a questo punto che tutto si risolva ma se dovesse rimanere allora anche i rapporti in qualche modo dovrebbero tornare sereni per il bene di tutti, cosa, questa qui, molto più complicata.

Articolo precedente
Stampa RassegnaRassegna stampa di Giovedì 10 Gennaio
Prossimo articolo
Milan-GenoaGenoa-Milan, cambia l’orario: non si giocherà alle 21