Connettiti con noi

News

Girone Milan Champions League 21/22: Liverpool, ancora tu?

Pubblicato

su

I rossoneri sono stati inseriti nel girone B con Atletico Madrid, Liverpool e Porto; un raggruppamento molto difficile per i ragazzi di Pioli

L’ultima squadra affrontata in Champions, l’ultima affrontata in finale ed una vecchia conoscenza degli anni ’90. Questo il girone del Milan nella prossima Champions League 21/22: saranno infatti Atletico MadridLiverpoolPorto le squadre contro cui i rossoneri di Stefano Pioli dovranno contendersi la qualificazione agli ottavi.

Un accoppiamento tosto ma, al momento dell’estrazione della pallina, l’alternativa era il girone A con il City di Guardiola, il Psg di Donnarumma e il Lipsia; un autentico girone di ferro dunque, a conti fatti, è andata bene così.

Il Diavolo se la vedrà dunque con l’Atletico Madrid, ultima formazione affrontata nella massima competizione europea nel 2013/14 quando fu eliminata dalla formazione già all’epoca allenata da Simeone. Altra vecchia conoscenza rossonera è il Liverpool di Klopp, ultima formazione affrontata in una finale di Champions, quella del 2007 ad Atene ed infine il Porto, una sfida che riporta agli anni ’90 quando le due squadre si sono affrontate spesso e volentieri.

Curiosità, il Milan andrà a scoprire tre stadi in cui non ha mai giocato; il Wanda Metropolitano (nel 13/14 l’Atletico giocava ancora nel vecchio Vicente Calderon, ndr), Anfield (ha affrontato il Liverpool sempre in campo neutro, ndr) e l’Estadio do Dragao (negli anni ’90 i lusitani giocavano nel vecchio stadio Das Antas, ndr).

Inutile girarci intorno, il girone è di quelli difficili; i Colchoneros sono i Campioni di Spagna in carica, sono una formazione piena di talenti, difficilissima da affrontare con un modo di giocare unico in Europa, ribattezzato Cholismo. Stesso discorso per il Liverpool con il Gegenpressing di Jurgen Klopped una rosa tra le più competitive d’Europa. Anche il Porto è un avversario ostico, capace di eliminare la Juve non più tardi di qualche mese fa. Allenata da Sergio Conceiçao e con in rosa giocatori di qualità ed esperienza, vedi l’ex Real Madrid PepeJesus Corona, obiettivo di mercato proprio dei rossoneri per la trequarti. Insomma, il ritorno in Champions League del Milan si preannuncia affascinante sì ma impervio da scalare.