Gattuso ha chiesto due giocatori, Mirabelli vuole regalargliene tre

Gattuso Mirabelli
© foto Twitter @AcMilan

La coppia Mirabelli-Gattuso è in Russia per motivi di mercato. Ecco le richieste dell’allenatore al direttore sportivo rossonero

Massimiliano Mirabelli e Gennaro Gattuso trascorreranno un po’ di giorni fianco a fianco a guardare partite. L’occasione sarà offerta dal Mondiale di Russia, evento a cui entrambi parteciperanno in qualità di osservatori. I due hanno ammesso esplicitamente di essere in RUssia per motivi di mercato, dichiarazioni che hanno fatto sognare i tifosi rossoneri.

DUE O TRE – Intervistato da Mediaset Premium, Ringhio ha parlato di mercato: «Vedremo la Russia e Spagna-Portogallo, poi torneremo per gli ottavi. Giocatori nel mirino? Sappiamo che abbiamo bisogno di fare qualcosa, ma conosciamo anche le nostre problematiche. Per fortuna abbiamo tempo prima dell’inizio del campionato. Vedremo cosa deciderà la Uefa, ma anche se sembra che stiamo fermi ci stiamo muovendo. Non è un segreto che dobbiamo prendere un giocatore importante a centrocampo, se c’è la possibilità faremo anche qualcosa in avanti, poi se vogliamo giocare 4-3-3 Suso non ha la coppia, quindi servirà un esterno. Sono questi i ruoli in cui dobbiamo operare».

Insomma, dovrebbero arrivare due giocatori importanti: il primo a centrocampo, il secondo sugli esterni d’attacco (probabilmente a sinistra). In realtà Massimiliano Mirabelli sta cercando di mettere a segno tre colpi provando a chiudere per un grande attaccante. Il fatto che i due milanisti saranno presenti a Portogallo-Spagna lascia intendere che ci sia qualcosa in ballo per André Silva. Potrebbe essere lui il sacrificio per arrvare ad un top player. Per la linea mediana, invece, i nomi caldi sono quelli di Dani Ceballos e Jack Wilshere, ma attenzione ai russi Golovin e Miranchuk visionato proprio oggi a Mosca.

 

Articolo precedente
KalinicCalciomercato, parla l’agente di Kalinic: «c’è davvero molto interesse»
Prossimo articolo
GolovinCalciomercato Milan: Golovin promosso, ma 25 milioni sono troppi