Ganz: «Mi sono dispiaciute le critiche dei tifosi juventini verso di me»

© foto www.imagephotoagency.it

Maurizio Ganz, nel corso di una diretta Instagram con Mauro Suma, ha parlato dell’esultanza al gol di Vitale contro la Juventus

Maurizio Ganz, nel corso di una diretta Instagram con Mauro Suma, ha parlato dell’esultanza al gol di Vitale contro la Juventus: «Lì sono scoppiato, forse ho esagerato. Però quando sono in campo, nel rispetto della squadra e dello staff avversario, sono me stesso. Mi sono dispiaciute le critiche che ho letto dai tifosi juventini sui social. L’ho fatto perché aveva segnato la mia squadra, non perché avevamo segnato contro dei rivali storici. Negli ultimi due anni la Juve ha vinto due campionati e due Coppe Italia. Era la prima volta che incontravo la Juve e quando Vitale ha segnato, sono esploso. Spero di farlo ancora di più nelle prossime partite che giocheremo in campionato».

Sul rapporto con Silvio Berlusconi: «Ho avuto un buon rapporto. Mi ricordo che dopo il gol del 3-2 alla Sampdoria mi guardò in faccia e mi disse: ‘Si ricordi che questo sarà il gol che ci porterà a vincere lo Scudetto’. E, come dice Galliani, quello resta lo Scudetto più bello della storia del Milan, perché venne giù dal cielo, totalmente inaspettato. La Lazio ebbe in mano lo Scudetto sempre, poi con le due sconfitte con la Roma e con la Juventus si complicò il cammino. Noi vincemmo 7 partite consecutive, ma la gara più importante fu lo 0-2 a Torino contro la Juve. Nell’esultanza al gol di Weah, corremmo anche noi dietro a Giorgione e a Boban che erano mano nella mano. Con Zac ho avuto un’annata difficile, però io la pensavo da giocatore. Ora, pensando da allenatore, credo che alcune scelte le avrei fatte anche io».