Galliani: “Inzaghi come Ancelotti, ecco i tre momenti migliori. ..”

© foto www.imagephotoagency.it

Adriano Galliani celebra i 115 anni del Milan, intervistato da Milan Channel ha ricostruito i momenti migliori della storia rossonera:

“Credo ci siano tre grandi momenti del Milan di Berlusconi: Sacchi con le due Coppe dei Campioni consecutive, Capello con tre finali di Champions e poi le stagioni con Ancelotti. Questi tre ci hanno portato in vetta al Mondo”.

Poi Galliani parla di Pippo Inzaghi: “Inzaghi somiglia a Carletto,si applica in modo pazzesco sarà un grande tecnico. È l’esempio che con la forza di volontà e la determinazione si può ottenere tutto. È diventato un giocatore grazie alla sua applicazione e la sua voglia e credo che farà bene l’allenatore perché lavora giorno e notte e studia tutto nei dettagli”.

Poi il momento più drammatico e le parole su Kakà: “Il momento più drammatico è stata la finale di Istanbul contro il Liverpool, mi è dispiaciuto molto per Crespo che in quella stagione di Champions fece cose straordinarie. Non è vero che esultammo negli spogliatoi a fine primo tempo. Anche dopo quei sei minuti gioca mo bene ma la palla non voleva entrare, ricordo ancora la parata di Dudek su Sheva. Dopo quella partita Gattuso mi chiese di andare via, fu il gioratore che soffri di più. Kakà è stato un giocatore fantastico, ha vinto meritatamente il pallone d’oro nel 2007 dopo aver vinto la Champions. Ricordo la telefonata di Ancelotti dopo il primo allenamento di Kakà per dirmi che era un fenomeno”.

 

Articolo precedente
Proc. Essien: “Resterà in rossonero ancora a lungo”
Prossimo articolo
Milan: trattativa aperta col City per Nastasic