Galli: «Milan, finalmente stabilità. Pioli merita, Ibra cambia la storia»

© foto Zlatan Ibrahimovic, positivo al Covid-19 - foto Matteo Gribaudi/ Image Sport

Galli, ex portiere rossonero, commenta così alla Gazzetta dello Sport il momento del Milan ovviamente in occasione del Derby

Galli, ex portiere rossonero, commenta così alla Gazzetta dello Sport il momento del Milan ovviamente in occasione del Derby.

FINALMENTE STABILITÀ- «Finalmente c’è una sensazione di stabilità, dopo 5-6 anni di confusione. Oggi Elliott ha scelto una linea: ha dato fiducia a Maldini, ha una statura internazionale e conosce il calcio, e Massara, un bravo direttore. Se il club riconosce i suoi uomini e dà loro autorevolezza, lo stesso fa poi la squadra: sa a chi deve rendere conto ed è responsabilizzata».

SU PIOLI- «La conferma di Pioli è stata meritata: manca l’ultimo step, la consapevolezza da parte del gruppo di quanto davvero possa essere forte. Questo Milan ha entusiasmo, gioventù, sfrontatezza e poi il carisma e l’esperienza di Ibra, che da solo cambia la storia».

VANTAGGIO PSICOLOGICO- «Il derby pesa più sulle spalle degli avversari, che sulla carta restano più forti: è l’Inter che è stata costruita per vincere subito. Se loro perdono si inizieranno già i processi, se cade il Milan no. Dopo una così lunga rincorsa, un inciampo ci sta».