Da Montella a Gattuso, Calhanoglu fa un bilancio

Calhanoglu
© foto www.imagephotoagency.it

Hakan Calhanoglu ha elogiato il lavoro di Gennaro Gattuso lanciando una frecciata a Vincenzo Montella e ai suoi collaboratori

Hakan Calhanoglu sta letteralmente trascinando il Milan in questo finale di stagione. L’ex Bayer Leverkusen è ormai diventato un punto fermo del progetto rossonero nonchè forse l’uomo dotato di maggiore qualità fra i componenti della rosa. Un colpo indovinato da parte di Massimiliano Mirabelli che negli ultimi anni lo aveva seguito in Germania. Il fantasista nei primi tempi in Italia non ha attraversato dei bei momenti anche a causa dei problemi linguistici.

RITROVATO – «Nei miei primi tempi in Italia, ho avuto dei problemi, non conoscevo la lingua e lo stile di vita italiano e dei miei compagni. È servito del tempo per imparare tutto, ma con l’arrivo di Gattuso le cose sono state più semplici, perchè lui parla anche inglese come anche il suo staff. Ma ho imparato anche l’italiano, conoscendo la vostra cultura e le vostri abitudini. Mi trovo molto bene, l’Italia mi piace ed i compagni sono molto affettuosi con me» – ha detto il calciatore a Milan Tv. Una dichiarazione che suona come un’accusa Vincenzo Montella, reo di non aver cercato il dialogo con il giocatore.

Il turco poi si è lasciato andara ad un altro elogio di Ringhio, capace di ridargli fiducia e continuità: «Mister Gattuso mi ha reso più sicuro, posso giocare con facilità il mio calcio e tutto quello che lui mi chiede di fare in campo. Sono migliorato, prima perdevo palloni e non lottavo perchè la condizione era quella che era. Ora sto bene, mi sento forte e sono fiducioso in me stesso».

Articolo precedente
Calciomercato, per Dzeko il Milan proporrà uno scambio
Prossimo articolo
SusoSuso, nessuna intenzione di andare via: è tanta la voglia di battere la Juve