Cristian Zaccardo

© foto www.imagephotoagency.it

Nome: Cristian

Cognome: Zaccardo

Luogo e data di nascita: Formigini, 21 dicembre 1981

Altezza: 1,84

Peso: 77 kg

Ruolo: Difensore

Squadra di appartenenza: Milan

Stato contrattuale: scadenza 30 giugno 2016

Costo del cartellino: 800 mila euro

Nel 1991, durante il torneo internazionale “Enzo Ferrari” a Maranello, gli osservatori del Bologna lo mettono sotto contratto per farlo giocare negli Esordienti rossoblu. Nel 1998 entra a far parte della Primavera del Bologna e partecipa al ritiro della prima squadra allenata da Carlo Mazzone.

Durante l’incontro di Coppa Italia Primavera contro la Lucchese, si rompe lo scafoide del piede destro e l’8 marzo successivo viene operato alla rotula bipartita del ginocchio sinistro per rimuovere una lieve malformazione ossea; tali infortuni lo costringono a saltare una intera stagione. Successivamente riprende a giocare con la Primavera del Bologna, con cui segna 6 reti. Nel 2000 si trasferisce in prestito per giocare nello Spezia in Serie C1 dove inizia la sua carriera professionistica e dove sfiora la promozione in Serie B. La stagione successiva vede il ritorno a Bologna, mettendosi definitivamente in evidenza. Tornato a Bologna viene aggregato alla prima squadra, guidata da Francesco Guidolin ed esordisce in Serie A il 18 novembre 2001 in Lecce-Bologna (1-0). In tre stagioni a Bologna disputa 91 partite e segna 3 reti, esordendo nelle coppe europee giocando 6 partite nella Coppa Intertoto 2002.

Dalle file del Bologna passa, il 2 luglio 2004, al Palermo in cambio di 680 000 euro più il cartellino di Valentin N?stase. Proprio con la maglia rosanero conquista la convocazione in Nazionale maggiore. Per quattro stagioni è titolare della squadra rosanero non giocando mai meno di 37 partite per annata. Al termine della stagione 2004-2005 ottiene il sesto posto e conseguentemente la prima qualificazione in Coppa UEFA della storia del Palermo, esordendo nella seconda competizione internazionale per club nella stagione successiva. Nella stagione 2007-2008 viene eletto vice capitano della squadra. In totale ha giocato 161 volte con la maglia rosanero.

Nell’estate 2008 viene acquistato, per 7 milioni di euro, dal club tedesco del Wolfsburg insieme al compagno di reparto al Palermo Andrea Barzagli. A fine stagione vince la Bundesliga giocando 14 incontri del torneo e segnando un gol.

Dopo aver iniziato la stagione in Germania, il 29 agosto 2009 passa a titolo definitivo al Parma, con cui firma un contratto quinquennale e in cui diventa subito un titolare. Realizza il suo primo gol nella stagione 2009-2010 contro il Palermo, sua ex squadra. Conclude la sua prima stagione in maglia gialloblu con 5 reti all’attivo.Chiude la seconda stagione al Parma con 34 presenze e 3 gol in campionato più una partita di Coppa Italia. Nella stagione 2011-2012 gioca 35 partite in campionato e 2 in Coppa Italia, segnando un gol contro il Napoli nella 26ª giornata. Nella quarta stagione con i ducali gioca 15 partite in campionato e 1 in Coppa Italia, segnando un gol contro la Roma alla 10ª giornata.

A gennaio 2013 si trasferisce a titolo definitivo al Milan nello scambio che coinvolge anche Djamel Mesbah e Rodney Strasser che compiono il percorso inverso, scegliendo la maglia n° 81. Escluso dalla lista UEFA per scelta tecnica, esordisce in rossonero il 2 marzo seguente, in occasione della partita vinta per 3-0 contro la Lazio a San Siro, entrando all’inizio del secondo tempo al posto di Cristián Zapata. In rossonero non trova spazio e questa rimarrà l’unica presenza stagionale.

Nella seconda stagione gioca 13 partite di cui 11 in campionato, una in Coppa Italia e una in UEFA Champions League in occasione di Milan-Celtic (2-0).

Caratteristiche: Terzino estro che all’occorrenza può giocare anche da difensore centrale.

 

Voto complessivo del giocatore: 12/20

Articolo precedente
Dr Jekyll e Mattia De Sciglio
Prossimo articolo
Derby Primavera: ecco i convocati di Mister Brocchi